Oneri Accessori

Gli oneri accessori sono le spese che il mutuatario deve sostenere per accendere, mantenere e chiudere un mutuo. Devono essere precisate nell'informativa precontrattuale e sono incluse nel TAEG, così che prima di accendere un mutuo il richiedente possa avere a disposizione informazioni chiare ed esaustive, e possa confrontare le offerte di diversi istituti di credito in modo semplice, trovando il mutuo più conveniente. Variano molto da banca a banca e per questo sono uno degli elementi da prendere in considerazione quando si sceglie quella con cui avviare il proprio prestito.

Tra gli oneri accessori di un mutuo ci sono: 

  • Le spese di istruttoria, cioè le spese che la banca deve sostenere per prendere in esame la candidatura del richiedente.
  • Le spese che riguardano la perizia dell'immobile, sempre necessaria prima dell'accensione del mutuo. Infatti la perizia consente alla banca di determinare il vero valore di mercato di un immobile, che non necessariamente è uguale al prezzo di vendita. Infatti il prezzo di vendita può essere più alto di quello di mercato, ma l'ammontare del mutuo sarà comunque agganciato a quest'ultimo. 
  • Le spese notarili, come quelle per la relazione notarile
  • Le spese amministrative e quelle per la riscossione delle rate.
  • L'eventuale penale per l'estinzione anticipata del mutuo. La penale per estinguere anticipatamente i mutui un tempo era molto diffusa, mentre dal 2007, grazie al Decreto Bersani, non può più essere applicata sui mutui per acquistare o ristrutturare casa, o su quelli che servono a una persona fisica per acquistare un immobile ad uso commerciale o professionale. Per estinguere in anticipo questi mutui sarà solo necessario calcolare e pagare i dietimi, vale a dire gli interessi maturati dal pagamento dell'ultima rata fino al momento dell'estinzione. 
  • Le spese per la cancellazione dell'ipoteca. 

Torna al glossario

RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile