Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Logo Mutuionline
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

ABI - Associazione Bancaria Italiana

ABI è l'acronimo di Associazione Bancaria Italiana, ovvero l'associazione che riunisce le banche e gli altri organismi finanziari italiani come fiduciarie, società di leasing, società di intermediazione mobiliare, ecc.

L'Associazione rappresenta e tutela gli interessi degli enti che ne sono membri, sia in sede nazionale che in sede internazionale (ad esempio presso la Federazione bancaria europea).

L'ABI ha diversi scopi e funzioni:

  • Rappresentare gli interessi del sistema bancario in materia di modifiche legislative.
  • Offrire servizi di consulenza e informazione rivolti agli attori del settore.
  • Svolgere una funzione di sindacato a protezione degli interessi del settore nei confronti dei contratti di lavoro dei dipendenti.
  • Svolgere studi sull’andamento del settore bancario in Italia.
  • Promuovere la collaborazione tra i suoi membri.
  • Attraverso la sua società ABIServizi, organizzare seminari e conferenze e compiere iniziative editoriali nei diversi media.
  • Assegnare un codice identificativo a ogni istituto bancario.

L’ABI è stata fondata a Milano nel 1919 e il suo primo presidente è stato Luigi della Torre. Tra il 1926 e il 1943 si è chiamata Confederazione generale bancaria fascista, per poi tornare Associazione Bancaria Italiana con la caduta del fascismo.

Come dicevamo, l’ABI ha una semplice funzione di rappresentanza nei confronti dei diversi attori del settore bancario e finanziario del nostro paese. Non può insomma prendere delle decisioni che riguardano le singole banche, né ha un ruolo di sorveglianza e indirizzo (come invece ha la Banca d’Italia). Non è un organismo che ha funzione di regolazione del mercato, ma è un’associazione tra imprese. Accoglie tra i suoi membri sia banche di grandi dimensioni, che medie e piccole.

Al grande pubblico, l’ABI è nota soprattutto perché assegna il codice ABI, un numero composto da 5 cifre che rappresenta appunto l’istituto di credito nel numero di un conto corrente.