Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
logo mutuionline.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Forma ad Substantiam

La forma ad substantiam è una locuzione latina usata in campo giuridico quando si vuole affermare che una determinata forma è necessaria per dare efficacia e validità a un contratto.

notaio con pratiche
Forma ab sustantiam

La forma ab sustantiam viene impiegata quando la legge prevede una precisa forma, senza la quale non si concretizzano le volontà dei contraenti; assolve due funzioni essenziali grazie alle quali è possibile ottenere:

  • l’efficacia di un accordo tra le parti che intervengono per regolare un atto;
  • la validità nei confronti di terze persone.

Perché un contratto sia perfezionato e produca i suoi effetti regolarmente deve essere stipulato in un certo modo, seguendo delle regole formali senza le quali è sostanzialmente nullo, così come previsto dall’art. 1350 Codice Civile – Atti che devono farsi per iscritto.

Ad esempio nell'acquisto di un immobile, uno dei contratti più complessi e importanti per i consumatori, vige la regola della forma ad substantiam del rogito a pena di nullità, così come per la frequente e collegata presenza del contratto di mutuo ipotecario. In questi due casi la norma stabilisce che il contratto per essere efficace e assumere valore, deve essere obbligatoriamente redatto per iscritto.

Per il nostro ordinamento giuridico la forma scritta negli atti può avere due forme:

  • atto pubblico;
  • scrittura privata autenticata.

L'atto pubblico è un atto redatto a cura di un notaio che ne certifica il contenuto in termini di veridicità e sostanza in modo da fargli assumere un carattere di piena prova con il quale è possibile concretizzare il passaggio di proprietà e iscriverlo nei Registri immobiliari. La trascrizione nei Registri Immobiliari è indispensabile per diversi motivi: per prima cosa perché rende possibile avere uno storico dei passaggi di proprietà di un immobile, e in secondo luogo perché consente di proteggersi dalle frodi immobiliari. Un tipico atto pubblico è una compravendita immobiliare, o l’atto di surroga mutuo.

La scrittura privata è invece un contratto che viene redatto dalle parti, per cui il contenuto della scrittura non è certificato per veridicità e sostanza come nell’atto pubblico; il requisito caratteristico ed essenziale per la validità dell’atto è rappresentato dalle firme autenticate sulla scrittura privata. In sintesi, i contenuti della scrittura privata non fanno prova, essendo verificata solo la provenienza attraverso la certificazione dell’autenticità delle firme apposte davanti a un pubblico ufficiale incaricato, come un notaio. Un esempio di scrittura privata è il compromesso di vendita.

Ultimo aggiornamento luglio 2023

Come valuti questa pagina?

Valutazione media: 3 su 5 (basata su 4 voti)

Termini correlati