Iscrizione Ipotecaria

L'iscrizione ipotecaria è l'atto mediante il quale un'ipoteca diventa effettivamente valida. È necessaria quando si accende, ad esempio, un mutuo ipotecario, vale a dire un mutuo che mette come garanzia del credito necessario per acquistare un immobile l'immobile stesso. 

Per fare l'iscrizione ipotecaria occorre presentare: 

  • Un documento che chiarisca perché si vuole costituire un'ipoteca, come ad esempio un contratto di mutuo. 
  • La nota di iscrizione, vale a dire un documento, con valore legale, che viene redatto su degli appositi software e che contiene tutte le informazioni che sono necessarie per poi costituire l'ipoteca, come dati anagrafici e dati identificativi dell'immobile. Nella nota devono essere indicati dei dati relativi al prestito, come ad esempio il tasso di interessi. È importante riportarlo correttamente, altrimenti possono nascere dei contenziosi.

L'iscrizione va presentata presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari del proprio territorio, e diventa quindi pubblica. Chiunque vuole può quindi consultarla e sapere che su un dato immobile pende un'ipoteca. Le spese di iscrizione, salvo se c'è un'indicazione chiaramente contraria, sono a carico del debitore. É necessario pagarle per poter effettuare l'iscrizione, e per farlo bisogna compilare l'apposito modulo F24.

Tale iscrizione ha una durata di 20 anni, e può essere rinnovata dal creditore (prima della scadenza) per altri 20, a seconda della durata del debito. Nel momento in cui, invece, il debito viene estinto, il creditore emette un documento che autorizza alla cancellazione dell'ipoteca

Come dicevamo, l'iscrizione ipotecaria fa sì che un'ipoteca sia valida e attiva. Questo significa che un soggetto creditore può vantare un diritto nei confronti di un immobile, collegato a un prestito contratto da un soggetto debitore. Se il soggetto debitore non ripaga il suo debito nelle modalità e nei tempi concordati o stabiliti dalla legge, il creditore può prendere possesso dell'immobile e venderlo per rifarsi. 

Torna al glossario

RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile