Rogito Notarile

Il rogito notarile (o atto notarile) è l’atto definitivo della compravendita ed è il più diffuso e importante tra gli atti pubblici, e l’unico che certifica il passaggio di proprietà dell’immobile da un soggetto all’altro.

Nella maggior parte dei casi l’atto notarile viene preceduto da una scrittura privata tra il venditore o il costruttore e la parte acquirente. Tale scrittura chiamata compromesso o preliminare non costituisce un atto pubblico, dunque il passaggio di proprietà non ha luogo nei registri ufficiali. Affinché la vendita si concretizzi è necessario effettuare il rogito alla presenza di un notaio. Il notaio in qualità di pubblico ufficiale ha il potere di attribuire pubblica fede, cioè il valore di prova legale, agli atti che stipula.

In seguito alla stipula dell’atto sarà il notaio stesso che si occuperà di trascrivere il passaggio di proprietà nei registri immobiliari e segnalare la variazione al catasto.

I documenti necessari per stipulare un rogito sono:

  • visure ipotecarie e catastali;
  • documenti di identità e codice fiscale del compratore e del venditore;
  • un documento comprovante lo stato civile;
  • la planimetria catastale;
  • documenti di provenienza dell’immobile.

Il rogito molto spesso è associato a un atto di mutuo che viene richiesto dall’acquirente per l’acquisto dell’immobile. È un atto che avviene nel momento del passaggio di proprietà e consiste in un contratto con il quale la banca concede all’acquirente l’importo necessario all’acquisto dell’immobile. Il prestito viene concesso a fronte della restituzione dell’importo in rate mensili composte sia della quota di capitale che di una quota di interessi.

Per richiedere e ottenere un mutuo occorre produrre una serie di documenti anagrafici, reddituali e dell’immobile stesso:

  • Carta d'identità e codice fiscale;
  • Ultime due buste paga (per lavoratori dipendenti) o cedolino della pensione (per pensionati);
  • Ultimo modello CUD o 730;
  • Ultimi due modelli unici (per lavoratori autonomi) e modello F24;
  • Ultimo estratto conto corrente;
  • Proposta d'acquisto o preliminare;
  • Atto di provenienza (rogito venditore);
  • Planimetria catastale;
  • Concessione edilizia (nel caso di immobili di nuova costruzione).

Se hai necessità di richiedere un mutuo in vista del rogito, approfitta del servizio di confronto gratuito di MutuiOnline.it: fai un preventivo senza impegno, trova il mutuo casa con le condizioni economiche per te più vantaggiose e richiedilo direttamente online.

Torna al glossario

RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile