Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Mutuo cointestato: cosa succede in caso di separazione?

Cosa succede al mutuo conintestato in caso di separazione? Il finanziamento deve essere comunque rimborsato dagli intestatari, che rispondono del debito secondo quanto previsto dal contratto sottoscritto.

Nell'ipotesi in cui si verifichi un caso di insolvenza, la banca agisce legalmente nei confronti di chi è assegnatario dell’immobile, chiedendo il pagamento delle rate del mutuo cointestato.

Se la separazione non è consensuale e tra i coniugi non si raggiunge un accordo, allora è necessario l’intervento del giudice, che valuta caso per caso, anche sulla base della presenza o meno di figli minorenni.

Di solito, invece, quando ci si trova di fronte a delle separazioni consensuali e uno dei due coniugi non vuole più continuare a sostenere i costi provenienti dal mutuo, è possibile richiedere il recesso dal contratto. In questo caso l’altro coniuge dovrà provvedere al pagamento per intero, coprendo anche la parte che prima veniva versata dal secondo membro della coppia: tale decisione va ufficializzata nel documento consensuale di separazione. Importante sottolineare che, nel caso in cui uno dei due coniugi corrisponda per intero la rata del mutuo dell’abitazione, può essere ridotto l’assegno di mantenimento, secondo quanto stabilito dalla giurisprudenza.

Torna alle domande frequenti

Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile