Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
logo mutuionline.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Tempi di vendita delle case: in media 114 giorni nelle grandi città

Milano e Bologna si trovano al primo posto nella classifica delle grandi città in cui si vende casa con maggiore velocità. Nel capoluogo lombardo occorrono 62 giorni per vendere un immobile, mentre a Bologna ne servono 63. Registrati anche cambiamenti di prezzo.

03/01/2022
Cartello di vendita immobiliare con scritta for sale
A Milano e a Bologna si vende casa con maggiore velocità

In media sono necessari 114 giorni per vendere casa in una grande città. A dirlo è l’ultima analisi effettuata dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa, che ha esaminato le compravendite realizzate nel corso dell’anno appena concluso. Rispetto al 2020 è emerso che occorrono soltanto due giorni in più per vendere un immobile.

Le tempistiche di vendita si sono, invece, ridotte nei capoluoghi di provincia: si è passati dai 149 giorni del 2020 a 143 giorni del 2021. In tali porzioni di territorio la media risulta in miglioramento di 6 giorni. Inoltre nei Comuni dell’hinterland delle grandi città occorrono 147 giorni per vendere casa rispetto ai 154 giorni registrati nel corso del 2020.

Acquista la casa dei tuoi sogni con un mutuo fai subito un preventivo

Milano e Bologna più veloci

Sono le città di Milano e Bologna le metropoli in cui si vende casa con maggiore velocità. Nella città meneghina occorrono 62 giorni, mentre nel capoluogo emiliano ne servono 63 per vendere un appartamento. In queste due grandi città sono stati registrati anche cambiamenti di percentuale dei prezzi. Nella prima parte del 2021 a Milano è stato messo a segno un +2%, mentre a Bologna un +2,3%.

Al terzo posto la città di Napoli. Nel capoluogo campano servono in media 103 giorni per vendere casa. A seguire ci sono Firenze (116 giorni), Roma (123 giorni), Torino (124 giorni), Genova (126 giorni) e Verona (135 giorni). Bari e Palermo rientrano tra le grandi città in cui si registrano tempi di vendita più alti. A Bari occorrono 149 giorni per vendere un immobile; a Palermo ne servono 143. La media è dunque di 114 giorni. In tanti quest’anno hanno deciso di cambiare casa: gli acquirenti sono diventati più rapidi e anche più sicuri sulla scelta di un nuovo immobile.

Se si passa all’hinterland delle grandi città, la classifica cambia. È l’hinterland di Firenze a guidare la graduatoria per i tempi di vendita più veloci. In questo caso sono necessari 110 giorni per vendere un immobile. Nell’hinterland di Napoli, invece, sono sufficienti 132 giorni e nell’hinterland di Bologna 135 giorni. Più lenti i dintorni di Torino, Bari e Genova, dove rispettivamente servono 159, 164 e 190 giorni per vendere.

Secondo l’indagine i picchi dei tempi di vendita corrispondono in particolare ai periodi di difficoltà del mercato immobiliare. È il caso, ad esempio, del 2012 quando c’era una grossa offerta, mentre le banche erano meno disponibili ad erogare finanziamenti. Ciò portò a un allungamento dei tempi per chiudere le trattative.

Con MutuiOnline.it è possibile confrontare i migliori mutui del giorno e scegliere tra le proposte delle banche le soluzioni più convenienti. Prendiamo in considerazione la città di Milano, la metropoli più ‘veloce’ d’Italia, e facciamo una simulazione a tasso fisso. Il richiedente è un impiegato di 35 anni che percepisce un reddito di 2.600 euro mensili. Supponiamo che l’importo del mutuo sia di 100.000 euro, il valore dell’immobile sia di 200.000 euro e la durata del mutuo sia di 30 anni. La rilevazione è stata effettuata il 3 gennaio 2022.

Intesa Sanpaolo propone Mutuo Giovani Fondo di Garanzia Prima Casa con una rata mensile di 319,35 euro (Tan 0,95% e Taeg 1,06%). I tassi sono in promozione e le spese di incasso rata e gestione pratica sono gratuite. Gratis anche le spese di istruttoria.

Il mutuo si rivolge a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 36 anni al momento della stipula. I mutuatari devono essere residenti in Italia e in caso di mutui cointestati entrambi gli intestatari devono rispettare i limiti di età indicati. L’immobile offerto in garanzia deve essere assistito da una polizza assicurativa che copra dal rischio incendio o da altri eventi che possano comprometterne l’integrità.

A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Articoli correlati