Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Gli under 44 vanno pazzi per i trilocali

Il calo dei prezzi degli immobili e soprattutto i tassi di interesse ai minimi storici stanno spingendo i giovani ad acquistare casa. A ciò si aggiunge l'estensione del Fondo di Garanzia dal 50% all’80% della quota capitale del mutuo richiesto per l’acquisto di un appartamento.

09/08/2021
I trilocali sono gli immobili più acquistati dagli under 44

Rivestono ormai un ruolo di primo piano nel comparto del mercato immobiliare. I giovani sono determinati nel voler raggiungere l’autonomia abitativa e hanno tutti le idee chiare. Un fenomeno possibile grazie anche al Decreto Sostegni Bis che spiana la strada agli under 36 che desiderano acquistare la prima casa con un mutuo.

Il pacchetto, promosso dal presidente del Consiglio, Mario Draghi, vede ampliare l’estensione del Fondo di Garanzia dal 50% all’80% della quota capitale del mutuo richiesto per l’acquisto, la ristrutturazione o l’accrescimento dell’efficienza energetica di appartamenti da adibire ad abitazione principale. A presentare il segno più è anche la dotazione del Fondo di garanzia per la prima casa che è aumentata di 290 milioni per quest’anno e di 250 milioni per il 2022. La nuova misura stabilisce per i destinatari il limite dell’Isee a 40.000 euro annui. 

Le categorie a cui è riservata questa nuova misura sono composte da: giovani che non hanno compiuto ancora 36 anni; conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi popolari; famiglia monogenitoriale con figli minori; coppia coniugata o convivente more uxorio da almeno due anni, in cui almeno uno dei richiedenti non abbia compiuto trentasei anni.

Vuoi approfittare dei tassi ai minimi? fai un preventivo di mutuo

Le preferenze dei giovani

Secondo un’indagine dell’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa gli under 44 optano più per l’acquisto di un appartamento che per l’affitto. La discesa dei valori immobiliari e soprattutto i tassi di interesse ai minimi storici stanno spingendo, infatti, sempre più i giovani a virare a favore delle compravendite. Oggi acquistare casa, grazie ai mutui ormai vantaggiosi, conviene molto di più che affittarla.

La maggior parte delle transazioni è finalizzata all’acquisto dell’abitazione principale. In numero inferiore le compravendite per investimento e quelle finalizzate all’acquisto di una casa vacanza. L’appartamento più amato dai giovani è senza alcun dubbio il trilocale, che negli ultimi tempi ha registrato un bel balzo in avanti in termini di preferenze. A seguire ci sono le soluzioni indipendenti e semindipendenti: dopo il primo lockdown nazionale e le restrizioni imposte dal Governo per porre un freno alla pandemia da coronavirus e ai contagi, anche i giovani si sono spinti a favore di appartamenti ampi e con spazi esterni. Balconi, terrazzi e giardini rappresentano ormai un valore aggiunto a cui nessuno vuole più rinunciare. Le abitazioni vengono acquistate dai giovani soprattutto nelle grandi città e molto spesso con il supporto delle famiglia.

I requisiti per accedere al Fondo

Chi ha meno di 36 anni e un Isee inferiore ai 40.000 euro annui e desidera comprare una casa tutta per sé, può confrontare i migliori mutui giovani del giorno su MutuiOnline.it e scegliere la soluzione che più si addice alle proprie esigenze. Oltre ai requisiti anagrafici e reddituali, ci sono, però, altri elementi da considerare per poter beneficiare dei vantaggi fiscali che la misura riserva a questa fetta della popolazione e per accedere, dunque, al Fondo di Garanzia per i mutui prima casa.

In primis i richiedenti non devono risultare proprietari di altri appartamenti, esclusi quelli acquisiti per successione causa morte, anche in comunione con altri successori, o quelli ceduti in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli. La casa scelta deve essere inoltre adibita ad uso abitativo e non deve avere caratteristiche di lusso.

L’appartamento deve essere ubicato sul territorio nazionale e non deve far parte delle categorie catastali A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici). Va, infine, stipulato un mutuo di importo non superiore ai 250.000 euro.

A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Articoli correlati