Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Decreto Ristori: le principali novità su affitti, imposte, lavoro, indennità e bonus

Il maxi Decreto legge Ristori attende ora l’ok della Camera e la conversione in legge. Prevede sostegni per 19 miliardi di euro, che saranno utilizzati per dare risorse immediate a beneficio delle categorie degli operatori economici e dei lavoratori interessati dalle misure restrittive del Dpcm.

21/12/2020

La notte del 17 dicembre ha portato la fiducia al maxi emendamento che ingloba i quattro decreti emanati dal governo in autunno, aggiungendo a questi anche qualche novità approvata nel corso dell'esame in Commissione. Il maxi Decreto legge Ristori attende ora l’ok della Camera e la conversione in legge entro il 27 dicembre.

Sostegni per 19 miliardi di euro complessivi, che saranno utilizzati per famiglie e lavoratori, come ha spiegato Conte “per dare risorse immediate a beneficio delle categorie degli operatori economici e dei lavoratori che sono direttamente o indirettamente interessati dalle misure restrittive di questo ultimo Dpcm".

Vediamo qui alcuni dei principali punti.

Proroga della sospensione dei mutui

Stop alle rate dei mutui per chi è in difficoltà con il pagamento e rientra in determinati requisiti. La moratoria è prolungata per un ulteriore anno e vale fino al 31 dicembre 2021.

Con la procedura veloce la sospensione è automatica e l’accesso al Fondo Gasparrini scatta dalla prima rata successiva alla data di presentazione della domanda alla banca che ha erogato il mutuo.

Fondo di garanzia per la prima casa

Abrogata la norma contenuta nel decreto Agosto (D.L. n. 104/2020), secondo la quale i benefici del Fondo di garanzia per la prima casa spettassero solo alle giovani coppie, ai nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, ai conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari e ai giovani di età inferiore ai trentacinque anni titolari di un rapporto di lavoro atipico. Tali soggetti tornano ad essere destinatari prioritari delle garanzie del Fondo, ma non esclusivi.

Rimborso per chi pratica sconti sull’affitto

Istituito un contributo a fondo perduto per il 2021 a favore dei locatori finalizzato alla sostenibilità del pagamento degli affitti di unità immobiliari residenziali nelle zone ad alta tensione abitativa. In sostanza, chi riduce il canone di locazione ha diritto a un contributo pari al 50% della stessa riduzione, entro il limite massimo annuo di 1.200 euro sui 12 mesi per singolo locatore.

L’immobile deve essere ad uso abitativo e costituire l’abitazione principale del locatario, inoltre il canone di affitto non deve essere in regime di cedolare secca.

Proroga della cassa integrazione

Stanziati ulteriori 1,6 miliardi complessivi per concedere ancora 6 settimane di Cassa integrazione ordinaria, in deroga e di assegno ordinario legate all’emergenza COVID-19, da usufruire tra il 16 novembre 2019 e il 31 gennaio 2021 per le imprese soggette a chiusura o limitazione dell’attività, oltre che per quelle che hanno esaurito le settimane di Cassa integrazione previste dal Decreto Agosto.

La Cassa è gratuita per i datori di lavoro che hanno subito una riduzione di fatturato pari o superiore al 20%, per chi ha avviato l’attività dopo il 1° gennaio 2019 e per le imprese interessate dalle restrizioni del Dpcm 24 ottobre 2020.

Divieto di licenziamento

Preclusa fino al 31 gennaio 2021 la possibilità di avviare le procedure di licenziamento collettivo e di recedere dal contratto per giustificato motivo oggettivo ai datori di lavoro che non abbiano integralmente usufruito dei trattamenti di integrazione salariale riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19, ovvero dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali.

La norma non varrà in alcuni casi specifici:

  • le imprese che hanno cessato l’attività;
  • le imprese dichiarate fallite quando non sia previsto l’esercizio provvisorio;
  • in caso di accordo collettivo aziendale, stipulato dalle organizzazioni sindacali.

Sospensione del versamento dei contributi

Sospesi i termini per i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dovuti per la competenza del mese di novembre 2020.

La sospensione riguarda i versamenti in scadenza nel mese di novembre 2020, che potranno essere versati:

  • in un'unica soluzione entro il 16 marzo 2021;
  • rateizzati fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo, a partire dal 16 marzo 2021. Il mancato pagamento di 2 rate, anche non consecutive, determina la decadenza dal beneficio della rateazione.

Proroghe fiscali

Prorogato al 1° marzo 2021 il termine entro cui è possibile provvedere al pagamento, senza applicazione di sanzioni e interessi, delle rate in scadenza nel 2020 per la rottamazione delle cartelle esattoriali e per il “saldo e stralcio” degli omessi pagamenti delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali.

Proroga esenzione imposte per esercenti commerciali

Proroga dal 1° gennaio al 31 marzo 2021 dell'esonero TOSAP e COSAP (tasse di occupazione del suolo pubblico) per gli esercizi di ristorazione e di somministrazione di pasti e di bevande, che potranno effettuare “la posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico di dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni, al solo fine di favorire il rispetto delle disposizioni sul distanziamento, senza le autorizzazioni di cui agli articoli 21 e 146 del Codice dei beni culturali e del paesaggio”.

Nuove indennità per categorie di lavoratori

Confermato un contributo di 1.000 euro a novembre e dicembre per i lavoratori intermittenti, gli stagionali, i lavoratori del turismo e dello spettacolo, i prestatori d’opera e i venditori porta a porta. Approvata anche l’indennità di 800 euro per i lavoratori dello sport che collaborano con il Coni.

Proroga bonus vacanze

Si potrà beneficiare del bonus vacanze, il rimborso fino a 500 euro per chi va in vacanza in strutture del nostro Paese, fino al 30 giugno 2021. Ai fini della concessione dell’agevolazione saranno prese in considerazione le domande presentate entro il 31 dicembre 2020.

Sconto in bolletta per i titolari di Partita Iva

Un fondo di 180 milioni di euro e il taglio di circa il 20% in bolletta riservato ai titolari di partita Iva dei codici Ateco del decreto Ristori.

Lo sconto riguarderà le sole componenti di spesa in bolletta relative agli oneri generali di sistema e le spese di gestione, quindi di trasporto dell’energia e gestione del contatore. Il taglio non riguarda i consumi effettivi dell’utenza.

Fondi di recupero conseguenti alla DAD

Per far fronte a eventuali carenze formative derivanti dalla didattica a distanza, è stato istituito un fondo da oltre 5,5 milioni per il 2021 al fine di offrire corsi extra scolastici in presenza ai ragazzi del primo ciclo di istruzione penalizzati dalla DAD.

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Articoli correlati