Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
logo mutuionline.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

I migliori mutui surroga a luglio 2022

Con la surroga del mutuo è possibile modificare alcuni parametri del finanziamento, come la durata e il tasso: si può passare, ad esempio, da quello fisso a variabile e viceversa. Resta invariato l'importo del debito residuo. Il trasferimento del mutuo da una banca a un'altra è gratuito.

18/07/2022
casette in fila sul prato
Le migliori surroghe di luglio 2022

Dopo il boom delle richieste di surroghe registratosi lo scorso anno, si sta assistendo man mano a un ridimensionamento. Un trend legato anche all’esaurimento dei contratti di mutuo idonei alla rinegoziazione delle condizioni. Nel mese di maggio le richieste di mutui surroga sono scese, infatti, del 16,8% rispetto allo stesso mese del 2021. Nel primo trimestre la frenata delle surroghe è stata del 56% rispetto al corrispondente periodo del 2021. È quanto risulta dall’ultima analisi del Barometro CRIF, che vede l’andamento dei mutui appesantito da questo calo delle surroghe.

La procedura di trasferimento di mutuo da una banca all’altra, che permette al mutuatario di beneficiare di condizioni più convenienti offerte dal nuovo istituto, sta perdendo terreno, ma resta comunque un’opportunità da cogliere quando le condizioni presenti sul mercato sono più favorevoli, in termini di tassi e rate, rispetto all’attuale contratto di mutuo.

Abbatti il costo del mutuo con la surroga fai subito un preventivo

Le offerte di mutuo surroga di luglio 2022

La surroga del mutuo, nota anche come portabilità, è stata introdotta dalla legge Bersani (40/2007) per consentire ai mutuatari di trasferire a costo zero il mutuo dalla banca, in cui il contratto è in essere, a una seconda. In questo modo i clienti possono cambiare alcuni parametri del mutuo, come la durata e il tasso (si può passare, ad esempio, da quello fisso a variabile e viceversa), senza modificare l’importo del debito residuo.

Vediamo allora quali sono le migliori surroghe di luglio, facendo riferimento alle offerte presenti su MutuiOnline.it.

Partiamo da una simulazione a tasso fisso. Ipotizziamo che a farne richiesta sia un impiegato di 45 anni, residente a Roma, che percepisce un reddito di 2.600 euro mensili, l’importo del mutuo sia di 100.000 euro, il valore dell’immobile di 200.000 euro e la durata del mutuo pari a 20 anni. La rilevazione è stata effettuata il 18 luglio e presenta come soluzioni più vantaggiose:

  • Ri Mutuo a tasso fisso di Credem
  • ProntoMutuo di Banca Popolare Pugliese

Credem propone Ri Mutuo a tasso fisso con una rata mensile di 548,61 euro (Tan 2,88% e Taeg 3,01%). I clienti possono utilizzare l’app ed essere aggiornati in tempo reale. Inoltre, tra i punti di forza di questo prodotto vi è senza alcun dubbio l’erogazione all’atto. Questo mutuo surroga si rivolge a tutte le persone fisiche (di età superiore ai 18 anni che alla scadenza del mutuo non superino i 75 anni) che dispongono di un reddito certo ottenuto in modo continuativo.

L’importo massimo finanziabile è pari all’80% del valore di perizia; quest’ultima viene redatta da periti indicati dalla banca. L’importo minimo è di 80.000 euro. Le durate previste sono comprese tra i 5 e i 30 anni. Obbligatoria l’assicurazione incendio e scoppio. L’imposta sostitutiva non è dovuta per il mutuo surroga. I clienti non devono affrontare né i costi di perizia, né le spese di istruttoria. Tra le garanzie richieste c’è l’iscrizione ipotecaria di 1° grado per un importo del 150% del valore erogato.

Tra i migliori mutui surroga di luglio c’è anche ProntoMutuo di Banca Popolare Pugliese con una rata mensile di 559,62 euro (Tan 3,10% e Taeg 3,14%). Questo prodotto è riservato a tutti i privati consumatori. Il richiedente non dovrà aver superato 80 anni alla scadenza dell'ultima rata, 90 anni per il garante. Previste condizioni promozionali su MutuiOnline.it. L’importo finanziabile è fino all’80% del valore dell’immobile ipotecato. Le durate previste sono comprese tra i 10 e i 25 anni. La spesa della perizia è a carico della banca; assenti, invece, le spese di istruttoria. Anche in questo caso è obbligatoria l’assicurazione incendio e scoppio. L’iscrizione ipotecaria è pari al 200% dell’importo finanziato.

A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Articoli correlati