Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
logo mutuionline.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

La ripartizione delle spese tra proprietario ed inquilino

La legge afferma che il locatore deve eseguire tutte le riparazioni necessarie, a eccezione della piccola manutenzione che è a carico del conduttore. Infatti, se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico di quest'ultimo.

06/12/2021
mano che firma un contratto di affitto casa
Spese di ordinaria e straordinaria amministrazione: chi paga?

La ripartizione delle spese tra proprietario ed inquilino

Secondo quanto afferma l’articolo 1576 del Codice Civileil locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore. Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore”.

In altre parole, esistono spese di ordinaria manutenzione che spettano al conduttore (ovvero l’inquilino) e spese di straordinaria manutenzione che spettano al locatore (ovvero il padrone di casa). Questa ripartizione delle spese condominiali rappresenta il principio generale fissato dalla legge salvo che le parti, in fase di firma del contratto di locazione, abbiano preso accordi diversi.

Sulla base di quanto appena detto, si può affermare che non tutte le spese condominiali e di manutenzione dell’immobile debbano ricadere sull’inquilino.

Nonostante ciò, ogni volta che c’è qualcosa da riparare nell’appartamento in affitto, il padrone di casa tende sempre a far sì che sia l’inquilino o conduttore a provvedere a pagare le spese, ma ciò non sempre è corretto.

Infatti, è vero che la ripartizione delle spese è disciplinata dalla legge, ma pur sempre con criteri legali generici e aspecifici. Per tale ragione si prende come criterio di riferimento la tabella che è stata redatta dalle associazioni a tutela dei proprietari immobiliari e degli inquilini.

Quali sono le spese a carico dell’inquilino?

È bene ricordare che tra le spese di piccola manutenzione che spettano all’inquilino rientrano solo quelle che sono determinate dal normale deterioramento o uso del bene, mentre restano sempre a carico del proprietario le spese determinate da casi fortuiti oppure dovute alla vetustà del bene che necessita di manutenzione.

Di seguito vediamo quali sono le spese che, secondo quanto afferma la normativa, spettano all’inquilino:

  • le spese che riguardano la pulizia;
  • le spese dovute alla luce, al gas, all’acqua, all’aria condizionata ed al riscaldamento e a tutto ciò che riguarda lo spurgo dei pozzi neri e delle latrine;
  • le spese per l’ordinaria manutenzione dell’ascensore;
  • le spese relative alla fornitura di altri servizi comuni.

Quali sono le spese a carico di chi affitta casa?

Colui che concede in locazione casa, il locatore, ha l’obbligo di sostenere tutte quelle spese che non rientrano nella piccola manutenzione ovvero tutte quelle opere e attività (che possono rientrare nella manutenzione straordinaria) che interessano gli spazi comuni e tutti i condomini.

Di seguito vediamo quali sono:

  • le spese dovute ad attività di rifacimento e manutenzione straordinaria delle facciate o degli impianti elettrico, idrico, sanitario o gas;
  • le spese per la sostituzione dei rubinetti in bagno e in cucina e della caldaia;
  • le spese di rifacimento del pavimento;
  • le spese di riparazione delle porte, delle finestre e dei telai, e delle componenti strutturali della serranda;
  • le spese relative all’installazione o all’eventuale sostituzione del cancello;
  • le spese relative all’installazione dell’impianto di illuminazione del giardino e all’eventuale piantumazione degli alberi da giardino;
  • le spese relative alla ristrutturazione del tetto e al rifacimento degli intonaci;
  • le spese relative all’installazione dell’impianto della televisione.

Di chi è la responsabilità delle spese non pagate?

Il proprietario rimane sempre il responsabile unico nei confronti di condominio e vicini di tutte le mancanze e infrazioni al Codice Civile commesse dal suo inquilino (come, per esempio, il mancato rispetto del regolamento condominiale). Pertanto, il proprietario dell’immobile risulta perseguibile legalmente anche in caso di mancato pagamento dell'affittuario.

A cura di: Federica Izzo

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Articoli correlati