Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
logo mutuionline.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Mutui e caro bollette: le banche in aiuto delle famiglie

Sospensione delle rate del mutuo, rimodulazione dei piani di rimborso, pagamenti rateali a costo zero di spese e bollette. E ancora la conferma dei tassi ridotti per gli under 36 che desiderano acquistare casa. Ecco tutti i pacchetti anticrisi offerti da alcuni primari istituti di credito.

24/10/2022
mani di business men e women che si incrociano in un patto di solidarietà
Tutti gli aiuti delle banche alle famiglie in difficoltà

Inflazione alle stelle, rincari energetici ormai fuori controllo e prezzi dei beni di prima necessità in costante aumento stanno mettendo a serio rischio la stabilità economica di famiglie e imprese.

Per questo, gli istituti di credito si stanno attivando per mettere in campo agevolazioni per chi è in temporanea difficoltà con il mutuo o fatica a far fronte al pagamento delle bollette.

Vediamo qui come le banche hanno formulato i piani di intervento, grazie anche ai fondi stanziati con il PNRR.

Il sostegno su finanziamenti e spese dei privati

Vediamo nel dettaglio cosa prevedono i piani di intervento sui mutui, sui finanziamenti e sulle bollette dei principali istituti di credito.

Intesa Sanpaolo prevede un pacchetto aiuti di 30 miliardi di euro complessivi per famiglie e imprese, di cui 8 miliardi per venire incontro ai clienti e ai potenziali clienti. Nello specifico ha disposto:

  • 5 miliardi per sostenere la sospensione del pagamento delle rate o la rimodulazione delle rate di mutui e prestiti;
  • 2,5 miliardi per acquisti e bollette rateizzabili a costo zero;
  • 500 milioni di euro per prestiti personali entro 6.000 euro a tasso agevolato fino a 20 anni.

Analogo il piano di aiuti di UniCredit con il progetto #unicreditperlitalia, che consente di allungare il periodo di rimborso del mutuo fino a 5 anni scegliendo tra queste formule:

  • Taglia Rata per sospendere il pagamento della quota capitale fino a un massimo di 12 mesi;
  • Riduci Rata per allungare il piano dei pagamenti fino a un massimo di 48 mesi;
  • Sposta Rata per slittare in avanti il piano dei pagamenti fino a un massimo di tre mesi.

Tutte le operazioni sono attivabili dal ventiquattresimo mese successivo all’erogazione, in presenza di regolare ammortamento.

Inoltre, per venire incontro alle spese delle famiglie relative ad acquisti e utenze, offre carte di pagamento con modalità di rimborso rateale a tasso e commissioni zero delle spese fatte nell’arco del mese in corso a saldo o in modalità revolving.

BNL-BNP Paribas offre ai clienti una gamma di prodotti e servizi a condizioni molto vantaggiose pensati per la gestione della casa e l’efficientamento energetico, al fine di incoraggiare l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili. Ad esempio le spese di istruttoria azzerate sui prestiti green o, in collaborazione con l’operatore energetico Plenitude, uno sconto fino a 350 euro sull'acquisto di caldaia e climatizzatore smart di ultima generazione.

Anche BPER Banca ha stanziato 1 miliardo di euro a favore di famiglie e imprese per far fronte al caro energia e sostenere il pagamento dei mutui. Nello specifico propone:

  • una gamma di prodotti a tasso agevolato;
  • l’opportunità per i mutuatari già clienti e per i nuovi clienti di rimodulare il prestito secondo le proprie esigenze.
Acquista la casa dei tuoi sogni con un mutuo fai subito un preventivo

Confermate le agevolazioni per i giovani mutuatari under 36

Per i giovani intenzionati ad acquistare casa, così come per alcune categorie meno agevolate, il Fondo di garanzia mutui prima casa rafforzato previsto dal decreto Sostegni bis (dl 73/2021) offre una garanzia pubblica, con controgaranzia dello Stato, concedibile all’80% della quota capitale del mutuo per l’acquisto della prima casa.

L’agevolazione è rivolta a specifiche categorie di mutuatari con ISEE non superiore ai 40.000 euro, che ottengono un mutuo superiore all’80% rispetto al prezzo di acquisto dell’immobile, comprensivo di oneri accessori.

Si tratta di coppie in cui almeno uno dei componenti non ha più di 35 anni, famiglie monogenitoriali con figli minori, giovani che non abbiano compito i 36 anni di età e conduttori di case popolari. Ricordiamo anche che per queste categorie è previsto un tasso calmierato che non può superare il tasso effettivo globale medio (TEGM) pubblicato trimestralmente dal MEF.

Negli ultimi mesi l’aumento dei tassi di interesse ha bloccato l’erogazione dei mutui agevolati under 36 perché i tassi fissi bassi sono diventati insostenibili per le banche.

Il recente intervento del Governo ha tuttavia sbloccato il bonus prima casa giovani approvando una norma che salvaguarda i tassi di interesse agevolati sui mutui under 36 per l’acquisto della prima casa.

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Articoli correlati