Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Casa vacanza: voglia di mare dopo il coronavirus

08/07/2020 in MutuiOnline informa

La pandemia da coronavirus ha sconvolto i tradizionali programmi degli italiani per le vacanze: niente estero, diffidenza per gli alberghi e predilezione per l’affitto (e l’acquisto) delle case. D’altronde l’emergenza ha modificato le nostre aspettative di medio-lungo termine, sia per quanto riguarda il trend dei redditi potenziali sia perché è sempre latente il rischio di contagio da Covid-19. E allora l’attenzione si sposta verso il mercato della casa vacanza nelle località di mare, “dove si registrano casi di acquirenti che vogliono chiudere velocemente la trattativa per poter godere dell’abitazione durante l’estate”.

Lo smart working ha allungato la vacanza

È quanto rileva Tecnocasa, secondo cui in questo momento c’è anche “chi vende per recuperare liquidità, in particolare tra coloro che avevano acquistato per mettere a reddito”, soprattutto in quelle aree colpite dalla gelata del turismo estero. Tendenzialmente chi compra oggi la casa vacanza, invece, “la usa per sé, talvolta affittandola per brevi periodi per recuperare parte delle spese”. Ma anche qui si sente l’impatto della pandemia: quest’anno, in alcune località, si segnala infatti “bassa offerta, proprio perché molti proprietari hanno intenzione di utilizzare la seconda casa per lunghi periodi, grazie anche allo smart working”.

Si fa affidamento sul turismo interno

Quest’anno, tenuto conto che non si potrà puntare sul turismo internazionale (al momento praticamente inesistente), chi ha comprato per mettere a reddito potrà comunque fare affidamento su un turismo interno che si prevede più vivace perché, anche tra gli italiani, c’è poca voglia di recarsi oltrefrontiera. E, anche, per un periodo più prolungato. Infatti, secondo l’analisi di Tecnocasa, “sono tanti coloro che stanno cercando in affitto oltre le canoniche 1 o 2 settimane estive”. È una realtà che si riscontra un po’ dovunque nel Paese, soprattutto in quelle zone dove le connessioni web favoriscono il telelavoro.

Il canone di affitto a doppio regime, secondo la stagione

In generale i rendimenti da locazione variano in base ai prezzi delle case, più bassi nel Sud Italia o nelle località meno rinomate e di tendenza. Sicuramente i livelli dei canoni dipendono anche da come è arredata e allestita l’abitazione. Le stagioni estive hanno canoni più importanti e può succedere che i proprietari affittino nei restanti 8 o 9 mesi con contratti transitori a lavoratori fuori sede, come per esempio chi lavora nelle scuole. In questo modo ottimizzano il margine, combinando il massimo reddito che ricavano dall’affitto turistico con quello transitorio adeguato al ribasso.

Boom della domanda di abitazioni per l’estate

Stando alle recenti rilevazioni i canoni di locazione nelle zone di mare sembrano al momento invariati, “ma resta da capire – avvertono in Tecnocasa - come si evolverà l’offerta, visto che molti proprietari, che in passato affittavano la casa, stanno valutando di utilizzarla per se stessi”. La domanda di abitazioni da affittare per il periodo estivo è, infatti, cresciuta molto, soprattutto in seguito alla maggior chiarezza sulle disposizioni per la mobilità tra regioni e alle misure per il rispetto dl distanziamento sociale.

Attese molte prenotazioni last minute

In Sardegna sembrano confermate le prenotazioni per il periodo di luglio e agosto gestite tramite gli affiliati Tecnocasa e Tecnorete. Notizie confortanti anche dalla Liguria, dal Veneto e dall’Emilia, dove in diverse località buona parte dei vacanzieri sembra aver confermato la casa per i mesi di luglio e agosto. In generale, secondo la ricerca, “in tanti si aspettano prenotazioni last minute, e anche un discreto afflusso, alla luce del fatto che chi aveva intenzione di andare all’estero opterà per le località italiane”.

Il quadro degli affitti

Tecnocasa ha approntato una sintesi dei valori degli affitti di alcune località di mare (riferiti a un bilocale con 4 posti letto). In Liguria a Celle Ligure si spendono 1.500 euro a luglio e 1.700 ad agosto. Si sale a Varazze, rispettivamente a 1.800 e a 2.000 euro, e si scende a Bordighera (1.100-1.200/1.500-1.600). In Emilia Romagna, a San Mauro Mare si tocca 1700-1800 euro a luglio e 2000-2200 euro in agosto. A Jesolo (Veneto), si arriva a spendere 2.500 euro in agosto, e 1.200–1.500 in luglio, mentre a Gaeta (Lazio) si può spendere rispettivamente 2.500 e 1.500-1.600. A Ischia un bilocale con 4 posti letto si affitta a 3000 euro in agosto e 2000-2.500 in luglio. In Sicilia si riscontra un’elevata richiesta di locazione turistica. Nella zona di Castellammare del Golfo per un bilocale i prezzi per settimana si aggirano sui 600 euro a luglio, 700-800 in agosto e 600–700 euro a settembre.

In alternativa all’affitto c’è la possibilità di investire direttamente acquistando la casa vacanza, cogliendo l’occasione delle quotazioni che rimangono basse e dei tassi di interesse che continuano a girare sui minimi storici. MutuiOnline.it in questo senso può essere un valido aiuto perché, con un semplice click, mette a disposizione una pagina dedicata alla situazione dei tassi di interesse, la convenzione con ben 36 istituti di credito per avere preventivi di mutuo e un team di consulenti qualificati che, in oltre 15 anni di attività, ha aiutato più di un milione di italiani nella scelta del mutuo.

A cura di: Fernando Mancini

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Parole chiave

case affitto tecnocasa coronavirus

Articoli correlati