Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

I mutui prima casa più convenienti di settembre 2021

Chi acquista la prima casa può beneficiare di una serie di agevolazioni fiscali che consistono in un risparmio di imposte, dato che si tratta di un bene di primaria utilità. Con un mutuo 100 per cento il finanziamento copre l'intero valore dell'immobile. Scopriamo quali sono le migliori offerte.

04/09/2021
I mutui prima casa più convenienti di settembre 2021

La prima casa è senza alcun dubbio la meta a cui tutti ambiscono nella propria vita. Il rifugio giusto in cui rintanarsi dopo una giornata stressante di lavoro; il luogo ideale per vivere la quotidianità con chi più si ama. Sul fronte fiscale, poi, si parla di prima casa e il pensiero va innegabilmente alle agevolazioni previste per il pagamento delle imposte.

A far richiesta di un mutuo prima casa deve essere chi ancora non risulta proprietario di un immobile. Gli istituti di credito tendono normalmente ad erogare fino al’80% del valore dell’immobile, ma in alcuni casi si arriva a finanziare fino al 100% della somma. Con i mutui al 100% occorrono naturalmente garanzie maggiori. E anche gli interessi sono più elevati.

Tassi ai minimi e condizioni agevolate fai un preventivo di mutuo

Le offerte mutuo prima casa di settembre

Proviamo a fare una simulazione di mutuo al 100% per l’acquisto della prima casa. Supponiamo che a farne richiesta sia un 32enne di Milano che percepisce come dipendente uno stipendio netto di 2.000 euro al mese. Ipotizziamo che il tasso di interesse del mutuo sia fisso, la durata sia di 20 anni e che l’importo sia di 150.000 euro. La rilevazione è stata effettuata il 4 settembre.

Tra le soluzioni più convenienti di inizio settembre c’è Mutuo Giovani Fondo di Garanzia Prima casa di Intesa Sanpaolo con una rata mensile di 693,19 euro (Tasso fisso 1,05% e Taeg 1,11%). Le spese di incasso rata e di gestione pratica sono gratuite così come quelle di istruttoria. I tassi sono inoltre in promozione.

Questo prodotto è riservato a coloro che hanno tra i 18 e i 36 anni, ancora non compiuti, al momento della stipula. È necessario avere la residenza in Italia e nel caso di mutuo cointestato, entrambi gli intestatari devono rispettare i limiti di età stabiliti. Nel caso di mutui con limiti di finanziabilità oltre l’80%, è indispensabile che i richiedenti siano in possesso di un Indicatore di situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 40 mila euro annui per accedere al Fondo di garanzia prima casa.

Il massimo importo finanziabile è fino al 100% del minore tra il prezzo di acquisto e il valore di perizia dell'immobile cauzionale. L’importo finanziabile minimo è pari a 30.000 euro, mentre il massimo è pari a 250.000 euro. Le durate previste per il mutuo sono: 10, 15, 20, 25 e 30 anni. I mutuatari possono optare per un piano di ammortamento alla francese a rate costanti posticipate (piano base). Il costo della perizia varia  a seconda delle fasce di importo mutuo:

  • fino a 300.000 euro: 320 euro
  • fino a 500.000 euro: 500 euro
  • fino a 700.000 euro: 700 euro
  • fino a 1.000.000 euro: 890 euro

Crédit Agricole Italia propone Offerta Mutuo Giovani Crédit Agricole con una rata mensile di 693,19 euro (Tasso fisso 1,05% e Taeg 1,28%). I clienti possono iniziare a pagare dopo un anno e beneficiano di un tasso promozionale con la sottoscrizione della polizza vita. Inoltre si può ottenere fino al 100% del valore dell’immobile.

Questo prodotto è destinato a coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 36 anni non compiuti al momento della stipula. In caso di mutuo cointestato, entrambi gli intestatari devono rispettare i limiti di età. C’è però un’eccezione, ossia quella delle coppie coniugate (ovvero conviventi more uxorio) da almeno due anni: in questi casi basta che uno dei richiedenti non abbia compiuto 36 anni come stabilito dalla normativa relativa al Fondo di Garanzia Prima Casa.

L’importo finanziabile è dall’80,01% al 100% del valore dell'immobile. L’importo finanziabile minimo è pari a 80.000 euro e il massimo è pari a 250.000 euro. L’imposta sostitutiva è pari allo 0,25% dell'importo del mutuo erogato per la prima casa. L’imposta viene azzerata se l’ISEE dei richiedenti non supera i 40.000 euro annui.

A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Articoli correlati