Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Fino a 700 euro di risparmio se si confrontano più mutui

26/04/2019 in “MutuiOnline informa

Fino a 700 euro di risparmio se si confrontano più mutuiTassi di mercato bassi non vuol dire costo dei mutui basso. Per questo la migliore cosa per fare una scelta nell’acquisto di una casa è confrontare le diverse offerte fatte dalle banche.

“Non bisogna confondere il fatto che il costo del denaro oggi sia ai minimi, col il fatto che debba essere ai minimi anche il tasso di interesse sui mutui per tutte le banche” spiega Roberto Anedda, direttore Marketing di MutuiOnline.it, sottolineando che “tra le varie offerte degli istituti di credito ci possono essere differenze molto importanti, a volte anche di oltre un punto percentuale”. Questo vuol dire, prosegue, “che su un mutuo di 100mila euro si rischia di arrivare a spendere 600-700 euro in più all’anno se non si fa la scelta corretta, quindi confrontando le diverse offerte e trovando realmente quella a più conveniente”.

A questo riguardo può essere di aiuto ricorrere a una consultazione del sito MutuiOnline.it che, con un click, permette di confrontare le varie proposte aggiornate dei mutui degli istituti di credito.

I tassi sono ai minimi storici e sono destinati a rimanere bassi

Come detto Euribor e Eurirs, i riferimenti utilizzati dalle banche per calcolare i mutui, rimarranno bassi. C’è da aspettarsi che questa situazione permanga a lungo perché la Bce, oltre a essere preoccupata per un rilancio dell’economia che tarda ad arrivare, ha confermato di avere come obiettivo ufficiale un’inflazione vicina al 2%.

Per altro, come ha fatto notare ancora Anedda, questi tassi “dopo le dichiarazioni del Presidente della Bce, Mario Draghi, hanno ripreso a scendere tornando verso i minimi assoluti toccati nel 2016”. Per esempio “l’Euribor è tornato su un terreno negativo, e anche il costo del denaro a cinque anni è tornato sotto la soglia dello zero, nuovamente negativo anch’esso”.

Questo scenario naturalmente favorisce il mantenimento dei tassi vicino ai minimi storici da parte delle banche anche per i mutui, sia per quelli a tasso fisso sia per quelli a tasso variabile.

Il variabile favorisce la durata breve del prestito

L’attuale prospettiva del mercato, in particolare, sta incoraggiando la riscoperta del tasso variabile dai parte di chi vuole acquistare un immobile. “Si è già visto – rileva Anedda - un primo accenno di recupero del tasso variabile che, in questi ultimi anni, era stato schiacciato dal fisso. Comunque, a oggi, oltre l’80% è comunque erogato a tasso fisso visto i tassi così contenuti”.

Anche perché, spiega,“potendo sottoscrivere mutui a 20 e 30 anni sotto il 2%, la stragrande maggioranza delle famiglie preferisce pagare leggermente di più ma avere la sicurezza di una rata stabile”. Il tasso variabile, tuttavia, “potrebbe diventare interessante, vista la prospettiva dei tassi di mercato molto bassi. Discorso che vale soprattutto per i mutui di durata più corta, quindi di 10-15 anni, che rappresentano comunque un buon 20% delle erogazioni, sui quali c’è una migliore possibilità e probabilità di risparmiare rispetto al tasso fisso”.

Intanto la risposta del mercato è già molto evidente: la quota del variabile, rispetto ai minimi di poco sopra il 10%, negli ultimi mesi ha progressivamente recuperato e si colloca già attorno al 20% rispetto alle erogazioni effettuate.

“Ci aspettiamo che questa tendenza possa migliorare anche se – ammette Anedda -, fino a che i tassi sui mutui a lunga durata rimarranno così bassi, è lecito presumere che la maggior parte degli italiani continuerà a privilegiare la sicurezza di un tasso così contenuto”.

Orizzonte favorevole dunque per i tassi di interesse: ma oggi è più conveniente comprare o prendere in affitto una casa? Anedda non ha dubbi: “considerando il basso costo dei mutui, proiettato sul lungo termine, sicuramente è più conveniente l’acquisto. A fare la differenza è il valore dell’immobile che, alla fine del mutuo, l’acquirente potrà vantare”.

MutuiOnline.it: il consiglio indipendente

Sul sito MutuiOnline.it è possibile informarsi su tutta la normativa legata al mondo dei finanziamenti e anche confrontare in maniera immediata le offerte di mutuo delle principali banche, basta vedere la pagina dei migliori mutui su MutuiOnline.it, aggiornata quotidianamente. E, quando si trova il mutuo adatto alle proprie esigenze, fare direttamente richiesta online.

A cura di Fernando Mancini
Come valuti questa notizia?
Fino a 700 euro di risparmio se si confrontano più mutui Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile