Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Tra tasso fisso e variabile la differenza è al minimo

18/07/2016 (Fonte: La Stampa)

La Stampa

Adesso optare per la percentuale stabile costa solo poco più, ma offre la rata certa nel tempo e non richiede sacrifici aggiuntivi che comportava alcuni anni fa. Ma conviene più il tasso fisso o il variabile?

Apri il Pdf
Apri pdf Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Mutui: un bilancio del I semestre dell'anno pubblicato il 10 luglio 2019
Mutui prima casa, il momento è d'oro pubblicato il 8 luglio 2019
Mutui, il prezzo è giusto pubblicato il 17 luglio 2019
Mercato immobiliare in ripresa pubblicato il 17 giugno 2019
Sulle ali del bonus mutui pubblicato il 4 maggio 2019
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile