L'anno buono per i mutui

21/03/2019 (Fonte: La Stampa)

La Stampa

Buone notizie per il mercato dei mutui. Le recenti dichiarazioni di Mario Draghi hanno modificato in positivo le attese sui tassi d'interesse per i finanziamenti. Il numero uno della BCE ha, infatti, fatto capire che nell'area Euro il costo del denaro non salirà almeno fino alla fine dell'anno. Vuol dire che si prospetta un orizzonte di tassi bassi e vicino a zero ancora lungo. Questo nuovo scenario ha ridotto le molte incertezze che avevano caratterizzato l'ultima fase del 2018 sul mercato dei prestiti per la casa. Il nuovo clima, favorevole ai finanziamenti, ha subito mostrato i suoi effetti sugli indicatori del costo dei mutui. Tuttavia, nonostante i tassi d'interesse siano di nuovo ridiscesi ai minimi toccati l'anno scorso, conviene ancora cercare bene tra le diverse offerte proposte dalle banche sul mercato e fare sempre attenzione ai costi aggiuntivi: alcuni consigli utili da parte di Roberto Anedda, Direttore Marketing di MutuiOnline.it. 

Apri il Pdf
Apri pdf Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Nuova corsa alle surroghe pubblicato il 11 novembre 2019
Fino all'ultima surroga pubblicato il 11 novembre 2019
Mutui: effetto Bce pubblicato il 26 settembre 2019
Approfittare dei mutui a poco prezzo pubblicato il 17 ottobre 2019
Scatta l'esodo da una banca all'altra pubblicato il 21 ottobre 2019
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile