Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Tassi: ai minimi storici e rate mai così convenienti

14/05/2020 in MutuiOnline informa

“In questo momento le proposte di mutuo delle banche sono molto vantaggiose sia per i tassi variabili che, soprattutto, per i tassi fissi: questo è lo scenario che dovremo attenderci sul fronte tassi almeno per tutto il 2020”. Lo ha affernato Renato Landoni, presidente di Kìron Partner SpA (Gruppo Tecnocasa), ricordando che i tassi di riferimento del mercato del credito sono già ai loro minimi storici. La Bce, nell’incontro di routine del 30 aprile scorso, ha confermato il saggio principale allo zero per cento, quello sui prestiti marginali allo 0,25% e quello sui depositi a -0,50%.

La politica monetaria accomodante durerà a lungo

Ed è alquanto difficile immaginare che lo scenario del credito possa cambiare nel breve-medio periodo. Nell’attuale congiuntura socio-economica, tenuto conto dell’emergenza sanitaria che rischia di impattare in maniera importante sul PIL europeo, secondo l’esperto “la Bce porrà in essere ogni azione possibile per mantenere i tassi agli attuali livelli” e a questo riguardo, aggiunge, “ha già annunciato che continuerà ad immettere liquidità nel sistema bancario in modo che gli istituti di credito possano concedere mutui e prestiti a tassi molto bassi”.

Previsto un calo del volume erogato

Tuttavia appare scontato che l’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus, e al conseguente lockdown decretato dal Governo, è destinata ad avere conseguenze sul mercato del credito alla famiglia. Così come il clima d’incertezza condizionerà sia i loro programmi di spesa sia le loro capacità di reddito. Infatti, come ammette Landoni, “una stima per il primo trimestre 2020 ci fa ipotizzare una perdita di volumi erogati sui mutui di 3,5/4 miliardi di euro”.

C’è comunque, subito aggiunge, “una buona notizia: è che a oggi i tassi bancari legati alle operazioni di mutuo permetteranno l’accesso ai finanziamenti per la casa a condizioni veramente vantaggiose”.

I bassi tassi stimoleranno ancora le surroghe

Questo aspetto, sottolinea ancora l’esperto, “agevolare non solo chi vuole acquistare una nuova abitazione, ma anche chi è interessato a sostituire il proprio finanziamento. Prima del blocco, la domanda di surroga era in forte aumento e tutto lascia presupporre il fatto che tale crescita non sia destinata ad esaurirsi, ma che possa proseguire alla luce dell’interessante offerta bancaria”.

A questo proposito chi vuole farsi un’idea su quello che offre oggi il mercato del credito può consultare MutuiOnline.it, che mette a disposizione una guida dettagliata sulle compravendite al tempo del coronavirus e strumenti fare autonomamente i propri preventivi.

Il quadro tassi, dopo lo scivolone di metà marzo

Il quadro dei tassi di interesse, come detto, è favorevole per chi deve accedere a un finanziamento. L’Euribor a tre mesi (parametro utilizzato dalle banche per calcolare gli interessi da applicare su un mutuo) ai primi di maggio è stato indicato a -0,29% (dopo avere aggiornato i minimi storici a -0,50% a metà dello scorso marzo), all’interno di una parabola discendente iniziata dal massimo assoluto (1,60%) toccato nel luglio 2011.

Sempre a metà marzo, in piena esplosione della pandemia, anche l’Eurirs a 25 anni (riferimento per i prestiti a tasso fisso) è scivolato al suo livello più basso per poi recuperare leggermente terreno ed essere indicato a fine aprile a -0,14%. Un livello, secondo l’analisi di Kìron, che permette oggi di trovare sul mercato mutui a tasso fisso che raramente abbiamo visto in precedenza. E la riprova che questa opportunità viene già colta dai mutuatari la registra MutuiOnline.it, secondo cui sono sempre di più (ormai al 95%) gli italiani che scelgono il tasso fisso nello stipulare gli accordi per l’accensione di un prestito.

A cura di: Fernando Mancini

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Parole chiave

finanziamento tecnocasa tassi variabili tassi fissi bce

Articoli correlati