Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Prezzi bassi e mutui favorevoli rendono le case più accessibili

3/06/2019 in “MutuiOnline informa

Prezzi bassi e mutui favorevoli rendono le case più accessibili

È stato il quinto anno consecutivo di crescita quello registrato per il mercato residenziale nel 2018 dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate e dall'Abi, con un volume di transazioni pari a 578.647, ben 6,5% in più rispetto all’anno precedente. A crescere anche il mercato delle pertinenze, che fa rilevare circa 336.800 transazioni di box e posti auto, in aumento del 5,2% rispetto al 2017.

La stima complessiva del fatturato 2018 è invece pari a 94,3 miliardi di euro, 53 dei quali (oltre il 56%) concentrati nel Nord: il tasso di crescita più elevato si è registrato nel Nord Est (+9,4%), quelli più bassi al Centro e al Sud, entrambi al di sotto del 4%.

Siamo ancora lontani dalle glorie del 2006, quando si era toccato il volume di 845.000 scambi, ma quello raggiunto l’anno scorso è stato il miglior risultato dal lontano 2010.

La Lombardia conta il maggior numero di compravendite, 123.372 unità, con uno stacco importante sulla seconda e sulla terza regione: il Lazio (58.989) e il Veneto (54.477). A registrare il miglior incremento è tuttavia l’Emilia Romagna, al primo posto con quasi 52.000 scambi e una crescita dell’11,3%. Per le città, in testa si piazza Bologna, che vede aumentare il numero di transazioni del 10,5%, seguita da Palermo (+7,7%), Napoli (+5,9%) e Torino (+4,3%). Buona anche la performance dei mercati immobiliari di Roma (+3%), Milano (+3,4%), Genova (+3,6%) e Firenze (+3,9%). 

Circa la metà degli acquisti con un mutuo

Il mutuo si conferma la via spesso obbligata per acquistare: è stato fatto ricorso a un finanziamento in 282.000 transazioni, l’8,8% in più rispetto al 2017, per un erogato complessivo da parte delle banche di 35,7 miliardi di euro.

Nel 2018 i tassi di interesse si sono ridotti di 0,22 punti rispetto al 2017, fino ad arrivare al 2,17%. Come abbiamo anche riportato in “Mutui: le banche tornano a tagliare i tassi”, la politica protettiva della Bce ha avuto come conseguenza il calo dei valori sui mercati europei, l’Eurirs in prima battuta, sceso di mezzo punto in sei mesi, quasi a compensare l’aumento degli spread praticati l’estate scorsa da molte banche: uno stato di grazia che si prolungherà almeno fino alla fine del 2019 e che riguarda non solo il nostro Paese, ma l’Europa in generale.

Le statistiche dell’Agenzia delle Entrate sui mutui

Per mettere su casa, le famiglie italiane chiedono in media circa 126.000 euro, mentre è nel centro Italia che si registrano le somme più alte, pari a una media di 142.000 euro. Il loan-to-value, la percentuale di valore dell’immobile finanziata dal mutuo, è circa del 71%, con una durata media del finanziamento di 22,9 anni e una rata mensile sostenuta di 585 euro al mese, più bassa del 2,1% rispetto all’anno precedente.

Più famiglie possono permettersi una casa

Sempre secondo l’Abi, sarebbero il 78% le famiglie italiane che possono accedere a un mutuo, un “indice di affordability” che ha segnato alla fine del 2018 il 14,6%, il valore più alto di sempre (0,8% in più dell'anno precedente e 10 punti in più del minimo registrato nel 2012). Tuttavia il motivo di questo record è da ricondursi al calo dei prezzi delle case e contemporaneamente dei tassi di interesse, visto che lo stesso indice è la sintesi di un insieme di valori: reddito disponibile degli acquirenti, prezzi delle case, andamento tassi di interesse sui mutui.

Con MutuiOnline la casa è ancora più accessibile

Si risparmia non soltanto quando la congiuntura economica e del mercato dei mutui è tale da deciderne il costo più basso, ma anche ricorrendo al metodo più efficace per arrivare al mutuo migliore: confrontare. MutuiOnline è il portale di comparazione che confronta per conto dell’utente i migliori finanziamenti per la casa ai prezzi più bassi del mercato. Basta dare uno sguardo alla sezione mutuo migliore del giorno oppure richiedere un preventivo personalizzato. Se simuliamo al 27 maggio la richiesta di un quarantenne di Bari, impiegato a tempo indeterminato che necessita di una somma di 120.000 euro per un valore dell’immobile di 250.000 euro, la risposta migliore per MutuiOnline sarà Mutuo Tasso Fisso di Credem. La rata è di 562,65 euro al Tasso Fisso dell’1,20% e Taeg 1,51%, le spese sono per l’istruttoria di 1.200,00 euro e di perizia per 280,00 euro.

Il miglior tasso variabile vede ancora in testa Credem con una rata mensile di 517,01 euro, Tasso Variabile 0,34% (Euribor 3M+0,65%) e Taeg 0,66%. Entrambi i mutui si gestiscono in filiale e sono erogati all’atto.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Prezzi bassi e mutui favorevoli rendono le case più accessibili Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile