Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Milano: la metropoli leader del mattone

09/04/2020 in MutuiOnline informa

Il mercato immobiliare milanese ha goduto durante lo scorso anno di una splendida forma, risultando essere la locomotiva del comparto italiano. Nel 2019 i prezzi del ‘mattone’ nel capoluogo meneghino sono aumentati completivamente del 13% annuo, con un’accelerazione nel secondo semestre del 6,9%. Terzo anno consecutivo in rialzo, dopo il +8,4% del 2018 e il +3,5% del 2017. Ulteriori prove sul suo stato di salute sono arrivate dalla crescita delle operazioni chiuse, +6,9% nell’intero anno a oltre 26.200 compravendite, e dai tempi di vendite che si sono fatti più brevi (55 giorni), anche se in questa classifica risulta comunque la seconda, dietro Bologna.

Vivace l’attività anche nelle periferie

È quasi uno spunto d’orgoglio per il settore, che ha così messo alle spalle la crisi economica e finanziaria esplosa alla fine del decennio scorso. È interessante rilevare che la ripresa dell’attività immobiliare del 2019 ha abbracciato tutto il contesto della città, comprese le zone periferiche. La sua risalita risulta ancora più importante perché segue la ‘migliore’ resistenza di fondo manifestata dalla piazza milanese negli ultimi dieci anni con, come ha rilevato l’Ufficio Studi Tecnocasa, i prezzi che sono diminuiti complessivamente solo dell’1,5% mentre a livello nazionale la contrazione è stata del 30,8%.

I nuovi interventi edilizi

L’ottimismo con cui il mercato immobiliare del capoluogo lombardo guarda al futuro è evidenziato dai nuovi interventi edilizi aperti. Da segnalare, in particolare, la riqualificazione dell’ex scalo di Porta Romana e di Scalo Farini che sta facendo sentire gli effetti positivi nei quartieri limitrofi. Si è inoltre in attesa del progetto di riqualificazione dell’ortomercato e, non lontano da quest’ultimo, nell’ex area Plasmon sono sorte nuove abitazioni. Fermento anche alla Bovisa (nuove costruzioni in corso su ex aree terziare ed industriali), mentre proseguono i lavori per la Goccia e per la riqualificazione del Palazzo delle Poste.

Il centro città in mano agli investitori

Nelle zone centrali della città si registra un aumento dei valori immobiliari del 4,8%. Mercato decisamente dinamico nei quartieri di Porta Genova, viale Coni Zugna, via Solari, via Savona e via Tortona. Si sono mossi prevalentemente investitori interessati non solo a mettere a reddito la casa, ma anche ad acquistare tipologie più ampie da frazionare e rivendere. Qui gli stabili di ringhiera e le soluzioni degli anni ’70 da ristrutturare si scambiano a prezzi medi di 5-5.500 euro al mq. Sul rialzo dei prezzi nei mesi precedenti aveva influito l’arrivo della metropolitana e la vicinanza alla Darsena e alla zona della moda. Le soluzioni signorili d’epoca ristrutturate toccano punte di 7-8mila ero/mq.

Faro puntato sull’area Porta Romana-Crocetta

I valori del quartiere di Porta Romana-Crocetta sono in leggero aumento. Il mercato è vivace, ci sono numerose richieste da parte di investitori e di acquirenti di prima casa. La tipologia più ricercata è il trilocale, ma si contano richieste di immobili di pregio dal valore superiore al milione di euro. Sul segmento del prestigio le aree più richieste sono quelle di via Quadronno, piazza Mondadori e limitrofe, dove si toccano valori di 9mila euro/mq per soluzioni in ottime condizioni, con spazi esterni o affacci panoramici. Punte di 10mila euro sono toccate dalle case di pregio di nuova costruzione. Prezzi più contenuti in via Crema.

Lo slancio della macroarea Fiera-San Siro

Le migliori performance registrate sulla piazza sono quelle della macroarea di Fiera-San Siro (+11,4%), trascinata in particolare dal trend del quartiere di San Siro. Crescono i valori per le soluzioni in buono stato che non necessitano di ristrutturazione. La motivazione è una domanda elevata rispetto a un’offerta scarsa. Si cercano prevalentemente trilocali e l’aspetto più importante è la vicinanza alla metropolitana e alle attività commerciali. Acquistano sia famiglie sia investitori, data la buona domanda di locazione. Piacciono le case posizionate in piazzale Brescia e piazzale Lotto che, in buono stato, arrivano a 3-4mila euro/mq.

Prezzi alti per Repubblica e Oberdan

Vivace l’interesse per il mercato immobiliare della zona Stazione Centrale-Gioia-Fulvio Testi, dove i prezzi hanno registrato un incremento dell’8%. Importante anche la ripresa delle quotazioni nella zona di corso Buenos Aires, dove è elevata la domanda di acquirenti di prima casa e investitori che si dedicano agli affitti brevi. In quest’area le punte più alte si raggiungono per gli ultimi piani in piazza della Repubblica e per le soluzioni d’epoca completamente ristrutturate in piazza Oberdan: si toccano 8-9mila euro al mq. Prezzi più bassi nella zona a ridosso della Stazione Centrale: 5mila euro al metro quadrato.

Milano offre un’ampia possibilità di scelta per chi vuole comparare un’abitazione, basta trovare l’offerta che rispecchi i nostri sogni. Si può realizzare questa possibilità anche ricorrendo a un mutuo e, per accenderlo, è meglio prendere tutte le dovute informazioni. MutuiOnline.it mette a disposizione un team di consulenti qualificati che, in oltre 15 anni, ha aiutato più di un milione di italiani nella scelta del finanziamento più conveniente.

A cura di: Fernando Mancini

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Parole chiave

compravendite milano tecnocasa 2019 riqualificazione

Articoli correlati