Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

In ripresa la domanda di immobili a Torino

Nei primi sei mesi dell'anno i valori immobiliari a Torino hanno registrato una contrazione dell'1,1% rispetto al secondo semestre dello scorso anno. La domanda ha iniziato a riprendersi dopo il lockdown, con sempre più potenziali acquirenti interessati a case ampie e con spazi esterni.

02/12/2020 in MutuiOnline informa

È in ripresa la domanda di immobili sia in acquisto che in locazione nella città di Torino. I segnali di risveglio sono arrivati solo all’indomani del lockdown. Nella prima parte del 2020, infatti, i valori immobiliari nel capoluogo piemontese hanno presentato un calo dell’1,1% rispetto al II semestre dello scorso anno.

Nei primi sei mesi dell’anno, inoltre, le compravendite residenziali a Torino città sono state 5351: registrato un calo del 21,9% rispetto allo stesso periodo del 2019. È questa la fotografia scattata dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa sui dati forniti dall’Agenzia delle Entrate. I tempi per vendere un’abitazione a Torino sono in media pari a 112 giorni.

I trilocali in cima alla classifica

La domanda a Torino si concentra principalmente sui trilocali, che presentano il 41% delle richieste. In seconda posizione si piazzano i bilocali che compongono il 25,2% della domanda. A poca distanza ci sono i quadrilocali con il 23,2% delle richieste.

Gli acquirenti hanno in media una disponibilità di spesa che si concentra nella fascia fino a 119mila euro. Sono aumentati, però, i potenziali acquirenti con un budget compreso nella fascia tra i 169 e i 249mila euro.

L’analisi zona per zona

Dall’indagine realizzata da Tecnocasa sul mercato immobiliare di Torino è emerso un leggero ribasso per il centro della città (0,7%). Dopo il lockdown sono, però, iniziati i primi segnali di ripresa. Le richieste di affitto, che erano calate durante la chiusura, sono ripartite con la riapertura degli atenei. Da giugno si segnalano anche più affitti brevi, data la presenza di più turisti italiani. Sul fronte delle compravendite, a muovere i primi passi sono soprattutto coloro che sono interessati a comprare la prima casa. Si punta sempre più a soluzioni con terrazzo e giardino.

Via Lagrange, via Carlo Alberto e via Roma sono tra le strade più prestigiose della città. A via Lagrange si può comprare un immobile signorile ristrutturato, spendendo dai 4000 ai 4500 euro al metro quadro. Gli investitori optano principalmente per le zone vicine al Politecnico. Chi compra una casa per affittare sceglie bilocali e trilocali ed effettua un investimento compreso tra i 90 e i 150mila euro. Solitamente la domanda di case in affitto arriva dagli studenti. È proprio il mercato delle locazioni ad aver subìto di più durante la pandemia.

L’area compresa tra via Roma, piazza San Carlo e via Amendola registra valori ancora stabili. A rallentare è ancora una volta la domanda per investimento. La zona più economica, a 2000 euro al mq, è quella compresa tra corso Vittorio Emanuele e via Arsenale.

In calo del 2,5% la macroarea di Santa Rita-Mirafiori Nord e dell’1,4 % quella di Nizza-LingottoMirafiori Sud. Il mercato risulta particolarmente vivace però nel quartiere Traiano: qui soluzioni usate si possono comprare con una spesa media compresa tra i 1400 e i 1700 euro al metro quadrato e si arriva a spendere sui 1900-2000 euro al metro quadro per soluzioni signorili e ristrutturate.

In discesa anche i valori immobiliari nella macroarea di Borgo Vittoria-Barriera di Milano (-1,3%).  A Madonna di Campagna si registra una buona ripartenza, grazie agli acquisti effettuati mediante mutui prima casa. In questo quartiere una soluzione in buono stato costa 850-900 euro al mese. I prezzi contenuti permettono così soprattutto ai single e alle giovani coppie di poter procedere con l’acquisto di un immobile.

I valori immobiliari presentano il segno meno dopo il lockdown nel quartiere Borgo Vittoria-Chiesa Salute. Chi compra in questo periodo richiede un ribasso del prezzo. Ad essere invogliati sono soprattutto gli investitori, che stanno comprando piccoli tagli da mettere a reddito. I bilocali hanno un costo di 50/55mila euro e si affittano a 350 euro al mese. Ad essere molto alta è proprio la domanda di locazione.
Soluzioni in ottimo stato arrivano a costare sui 1500 euro al metro quadrato; tali immobili sorgono ai lati della piazza principale. Restano stabili i valori immobiliari nella macroarea della Collina.

A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Parole chiave

città mercato immobili acquisto casa

Articoli correlati