Eco-bonus e sisma-bonus: il governo conferma la proroga

08/11/2019 in “MutuiOnline informa

Eco-bonus e sisma-bonus prorogati: ecco come funzionano

Per chi sta pensando di ristrutturare casa il momento è propizio: il governo ha deciso di prorogare sia l’eco-bonus sia il sisma-bonus. Queste misure, lanciate in Italia attraverso il varo della Legge Finanziaria 2007, consentono un risparmio sotto forma d’interessanti detrazioni fiscali o sconti diretti sui lavori da realizzare.

Di seguito ecco tutte le novità e le informazioni utili.

Eco-bonus: come funziona?

Per ciò che riguarda l’eco-bonus, si tratta di sgravi fiscali calcolati sulle ristrutturazioni edilizie dedicate alla riqualificazione ecologica e ambientale. Gli adeguamenti a norma di legge servono ad abbattere le emissioni di CO2 e a rendere maggiormente efficienti i sistemi di riscaldamento e climatizzazione interna, temi particolarmente importanti e sentiti di questi tempi. Come? Per esempio attraverso l’applicazione d’infissi che garantiscano la non dispersione di calore durante l’inverno, ma anche attraversi l’installazione di caldaie di ultima generazione.

Nel corso degli anni gli sgravi fiscali sono stati corrisposti spalmandoli in 10 rate annuali, con una riduzione sull’IRPEF da calcolare direttamente al contribuente. Alcune cose sono cambiate, in quanto in alcuni casi viene calcolato uno sconto direttamente dalla stessa impresa che realizza i lavori di ristrutturazione o riqualificazione. Lo sgravio fiscale è poi corrisposto all’azienda, che rientrerà in tal modo dello sconto sostenuto.

Sisma-bonus

Anche il sisma-bonus sarà prorogato e fino al 2021, e prevede due diverse percentuali di detrazioni se i lavori di riqualificazione sono effettuati in un appartamento:

  • Per interventi di riduzione pari a 1 classe di rischio: detrazione del 70%
  • Per interventi di riduzione pari a 2 classi di rischio: detrazione del 75%

Quando si tratta di interi condomini, le percentuali di detrazione salgono:

  • Per interventi di riduzione pari a 1 classi di rischio: detrazione del 75%
  • Per interventi di riduzione pari a 2 classi di rischio: detrazione dell’85%

Chi ha diritto al sisma bonus?

Ecco chi può chiedere queste detrazioni fiscali:

  • Proprietari di prima e seconda casa
  • Condomini
  • Enti locali
  • Attività produttive

Come ottenere i bonus fiscali

Per aderire è necessario presentare la documentazione comprovantel’effettiva realizzazione dei lavori infrastrutturali, attraverso le fatture che confermino l’avvenuta stipula di un contratto con l’impresa. Inoltre, è bene ricordare che quando si deve chiedere un bonus di questo genere, i pagamenti devono essere effettuati attraverso il cosiddetto bonifico parlante, inserendo tutti i dati del pagatore e di chi riceve il pagamento, e inserendo nella causale il riferimento alle opere di riqualificazione, comprensivo del numero della o delle fatture e, infine, anche il riferimento alle normative che regolano l’emissione degli sgravi fiscali.

In arrivo anche il Piano Casa

Il neo ministro delle infrastrutture, Paola De Micheli, ha anche annunciato il varo di un Piano Casa, che secondo le sue recenti dichiarazioni farà “rinascere le case e i quartieri delle nostre città", tanto da ribattezzarlo subito “Rinascita urbana” in quanto le aspettative mirano a “migliorare la qualità dell’abitare con la rigenerazione degli edifici, il sostegno alle famiglie in affitto, i cantieri nei piccoli Comuni" come ha dichiarato la stessa De Micheli. L’attenzione, in questo caso, è rivolta a situazioni di degrado edilizio e in quelle in cui i servizi essenziali sono carenti o assenti.

Per chi volesse accedere ai fondi del Piano Casa, sarà necessario attendere la pubblicazione del bando e ogni progetto potrà fare richiesta fino a un massimo di 20 milioni di euro.

Il momento giusto per acquistare casa? È ora.

A fronte di queste proroghe, chi sta meditando di acquistare una casa, magari da ristrutturare, si trova nel periodo migliore: l’acquisto attraverso un mutuo, da valutare utilizzando il modulo di comparazione di MutuiOnline.it. Grazie agli importanti sgravi economici e fiscali e all’individuazione del mutuo che più si avvicina alle proprie esigenze, si potrà porre il punto finale sull’approvazione di una decisione importante come quella di investire nel mattone, o comprare la casa per la vita.

A cura di Emilia Urso Anfuso
Parole chiave: ecobonus, sismabonus, mutui
Come valuti questa notizia?
Eco-bonus e sisma-bonus: il governo conferma la proroga Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
I migliori mutui prima casa di settembre 2019 pubblicato il 14 settembre 2019
Mutui: surroghe e tasso fisso le star del mercato pubblicato il 12 novembre 2019
I migliori mutui ristrutturazione di ottobre 2019 pubblicato il 29 ottobre 2019
La breve guida alla scelta del mutuo migliore pubblicato il 18 ottobre 2019
Mutui prima casa, come funziona il Fondo di garanzia pubblicato il 29 ottobre 2019
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile