Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Boom di rustici e cascine: oggi si cerca casa tra i filari

È stata l’emergenza sanitaria a risvegliare in chi vive in città un desiderio di spazi aperti. Rustici e cascine vanno di moda nel post lockdown. Gli italiani ricercano case ampie e immerse nella natura. Sotto la lente i terreni in cui vengono coltivate le migliori uve del Paese.

08/10/2020 in MutuiOnline informa

È stata l’emergenza sanitaria a risvegliare sia in chi vive in città che negli stranieri un desiderio di spazi aperti. Il lockdown ha costretto milioni di persone in casa e a soffrire di più sono stati proprio coloro che abitano in appartamenti piccoli e privi di terrazzi, giardini e balconi.

Negli ultimi tempi sotto la lente di ingrandimento ci sono soprattutto rustici e cascine. Oggi si punta ad acquistare casa tra i filari; gli acquirenti prediligono i terreni in cui vengono coltivate le uve con cui viene prodotto il noto ‘nettare degli dei’ made in Italy.

Vigneti e rustici sotto la lente

L’offerta di vigneti nella zona di Valdobbiadene è molto bassa. Il costo è di circa 50 euro al metro quadro; si arriva anche a 15 euro al metro quadrato per terreni senza denominazione Doc. La zona più apprezzata è quella del Cartizze, dove i terreni hanno anche un valore compreso tra i 100 e i 120 al metro quadrato. È quanto emerge dal recente studio effettuato dall’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, che ha esaminato varie zone italiane in tempo di vendemmia.

Stabile il mercato dei rustici nelle terre del Prosecco. Qui si va soprattutto in cerca della prima casa e la domanda è ad opera dei residenti del posto. Le soluzioni più gettonate hanno tagli compresi tra gli 80 e i 150 metri quadrati. Si preferiscono, in particolare, le tipologie con terreno annesso con destinazione vinicola sia nelle zone di campagna, comprese tra Montebelluna e Bassano, sia per le zone collinari di Asolo, Montebelluna e Conegliano. I prezzi salgono nella zona panoramica dell’asolano dove si comprano case di prestigio.

Dallo studio di Tecnocasa emerge invece che in Franciacorta, dopo il lockdown, si registra una buona percentuale di acquirenti pronta ad acquistare case di campagna. La maggior parte delle richieste arriva per la prima casa da parte dei residenti del posto, oppure di persone che vivono a Brescia o nell’hinterland e sognano una soluzione indipendente con spazio esterno per godere di una miglior qualità della vita.

I rustici sono scelti in prevalenza da acquirenti milanesi come casa di vacanza durante il fine settimana. Chi, invece, è alla ricerca di immobili di prestigio, rivolge lo sguardo alle zone di Gussago e Cellatica: qui ci sono anche immobili che sfiorano il milione di euro, contro una media di 500 mila euro, per un rustico di 250 mq abitabile.

La compravendita di terreni ad Alba registra una flessione unitamente anche al mercato del vino. A non risentire degli effetti dell’emergenza covid-19 è il mercato dei vigneti di qualità nelle zone di produzione del Barolo e del Barbaresco.

Nella zona di Alba e comuni limitrofi, dopo il lockdown, emerge una crescita di case di campagna in locazione. Gettonate le soluzioni con spazio esterno e piscina. La domanda di casali in acquisto vede come protagonisti soprattutto le persone del posto che desiderano la residenza principale. Gli immobili con piscina e panoramici sono molto richiesti anche dagli stranieri. Il budget dell’acquirente italiano è più contenuto e si aggira intorno a 350-400 mila € per una soluzione ristrutturata.

La ricerca di case di campagna è molto in voga nelle zone del Barolo e del Barbaresco soprattutto da quando la zona è stata dichiarata Patrimonio Unesco. I rustici vengono selezionati dai residenti del posto alla ricerca della prima casa e dagli stranieri provenienti da tutto il mondo. Ci sono poi tanti italiani, soprattutto lombardi e piemontesi, che vanno alla ricerca della casa vacanza. In questo caso la domanda si orienta su immobili con giardino e con piscina.

Chi cerca una casa in campagna in queste zone deve considerare un budget compreso tra i 400 e i 500mila euro per una soluzione in buono stato. Gli acquirenti stranieri hanno in genere una disponibilità di spesa maggiore rispetto agli acquirenti italiani e privilegiano le soluzioni più defilate.

I vigneti a Moscato, che versano in buone condizioni, arrivano a raggiungere anche 80.000, 90.000 euro all’ettaro. A Costigliole d’Asti, comune del Monferrato, si va alla ricerca di casali, rustici e case di campagna. La zona più desiderata è certamente quella collinare. A causa della pandemia si registra l’assenza di richieste da parte di stranieri che si crede possano tornare ad acquistare in autunno. Grazie al bonus del 110% sono diverse le richieste a favore di immobili da ristrutturare con possibilità di fare la piscina. Spostandosi in campagna, altre soluzioni molto ricercate nel Monferrato sono quelle dotate di molti locali, in modo da poter creare un B&B.

La fascia di prezzo varia a seconda dello stato della proprietà: per un cascinale da ristrutturare ma con molte potenzialità i prezzi vanno da 80.000 a 120.000 euro. Per un immobile, già ristrutturato, con caratteristiche di pregio, si deve tener conto che si può arrivare a spendere anche 350.000-400.000 euro.

A cura di: Tiziana Casciaro

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Parole chiave

rustici campagna acquisto casa

Articoli correlati