Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Immobiliare: più compravendite nei primi 9 mesi del 2018

12/12/2018 in “MutuiOnline informa

Immobiliare: più compravendite nei primi 9 mesi del 2018Il 2018 potrebbe essere l’anno d’oro del mercato casa. Infatti, mentre l’anno si avvia alla sua conclusione per il settore immobiliare è il momento di tirare le somme a partire dai dati dell'Agenzia delle Entrate. Dando uno sguardo all'andamento delle compravendite dei primi 9 mesi dell'anno la crescita è sicuramente confermata. In particolare dal lato delle transazioni continua il periodo positivo con un incremento di 5,6 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2017 a livello nazionale (per un totale di 411.579 transazioni).

Questa tendenza certo significativa godrebbe dell'influenza della diminuzione dei prezzi del settore e anche dal periodo di particolare accessibilità dei mutui come si può leggere anche nella news "Mutui contro affitto quale conviene scegliere".

“Questi dati – ha commentato Fabiana Megliola, Responsabile dell’Ufficio Studi Tecnocasa in una nota sui dati dell’Agenzia delle Entrate - sembrano confortare la previsione che, per tutto il 2018, le transazioni potrebbero anche superare quota 560 mila. I prezzi, già in leggero aumento nella prima parte del 2018, cresceranno in modo contenuto, anche per il 2019”.  In effetti quello della crescita dell’aumento dei prezzi era una tendenza già anticipata nella news "Il trend dei prezzi nelle grandi città" in cui si evidenziava come in molte metropoli i segni “più” per quanto riguarda gli importi si sono succeduti negli ultimi anni. 

Ma tornando alle compravendite e volendo fare il punto sulla situazione delle grandi città si può notare come Bari sia in testa per quanto riguarda l’incremento dall’anno scorso ad oggi con un +11,3%. Il capoluogo pugliese ha visto nei primi 9 mesi 2409 transazioni contro le 2165 del 2017. Seguono Bologna con un aumento del 7,1% (4211 transazioni nel 2018, 3831 nel 2017) e Verona con un +6,6% (dalle 2289 transazioni dell’anno precedente alle 2439 di quelle attuali).

In rapida successione in questa classifica delle città in cui la variazione è maggiore ci sono Napoli (+5,9%); Palermo (+4,7%); Torino (+4,1%); Firenze (+3,6%); Genova (+2,9%). Chiudono la classifica Milano (+1,1%) e Roma (+0,2%) che però di contro sono le città con il maggior numero assoluto di compravendite nel periodo di riferimento ossia rispettivamente 17443 per il capoluogo lombardo e 22763 per la capitale. 

Tornando a guardare Bologna è interessante notare come il capoluogo emiliano, nel terzo trimestre del 2018, abbia segnato una crescita record del 23,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno passato. Tra l'altro così ha anche confermato che il mercato gode di una buona salute mentre a Milano si è verificata una brusca frenata da luglio a settembre 2018 (addirittura un calo di 2,4 punti percentuali in confronto con il 2017). Intanto anche i comuni non capoluogo mettono a segno una crescita del 6,2%. A conferma questo che anche le piccole realtà stanno riprendendosi dal lato dei volumi.

Intanto per chi è alla ricerca della casa dei propri sogni potrebbe essere il momento opportuno per confrontare le opzioni a disposizione per gestire al meglio il proprio budget magari visitando la sezione sul mutuo migliore del giorno o inserendo i propri dati nel modulo di ricerca di MutuiOnline.it.

Ad esempio all’11 dicembre 2018 un quarantenne che volesse comprare una casa di 200mila euro a Bari chiedendo un mutuo di 100mila euro da pagare in 20 anni l'opzione migliore potrebbe essere quella di Banco Bpm che prevede una rata mensile di 483,01 euro, un tasso fisso dell'1,51% e un Taeg dell'1,75% con 600 euro di spese di istruttoria e 320 euro per la perizia iniziale.

A cura di Paola Cacace
Come valuti questa notizia?
Immobiliare: più compravendite nei primi 9 mesi del 2018 Valutazione: 5/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile