Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

I migliori mutui prima casa di novembre 2018

9/11/2018 in “MutuiOnline informa

I migliori mutui prima casa di novembre 2018

Il mercato dei mutui è sano e cresce a ritmi apprezzabili. A confermarlo è il report dell’Ufficio Studi Tecnocasa, secondo il quale nel secondo trimestre di questo anno si è registrato uno stock di mutui per 318.175 milioni di euro, il valore record di sempre visto che il massimo era stato registrato nel 2011 con 317.584 milioni.

È dunque per adesso superata la crisi che nel 2012 aveva visto cadere a picco gli stessi volumi, facendo registrare 293.932 milioni di euro di stock di mutui in essere alle famiglie italiane, e tutto questo avviene in un momento fortemente critico di instabilità dei mercati, in cui gli istituti di credito sono in attesa dell’esito della manovra in Europa e delle conseguenze che avranno le vicende economiche e politiche sul tanto chiacchierato spread.

La reazione delle banche alle turbolenze del mercato

Come riportiamo nella nostra news “Mutui: chi può stare tranquillo con i nuovi rincari?”, le banche hanno recentemente aggiustato i tassi fissi dei mutui in risposta ai piccoli aumenti in territorio europeo degli indici Eurirs, saliti mediamente di 10-15 punti base. Chi deve stipulare adesso un mutuo, deve allora fare attenzione a compensare il ritocco verso l’alto che c’è stato sui tassi fissi, con la convenienza di trovare le vere occasioni sul mercato, quelle dettate da una situazione di forte concorrenza tra le banche. Per farlo, basta servirsi del comparatore MutuiOnline.it, che ogni giorno aiuta a individuare i mutui migliori.

Facciamo qui un riepilogo di quanto risulta dalle classifiche dell'8 novembre riguardo ai migliori tassi fissi e variabili dei mutui prima casa. La simulazione è praticata su un quarantenne della provincia di Milano che per acquistare un immobile di 200.000 euro richiede un finanziamento di 100.000 euro della durata di 30 anni.

Miglior mutuo prima casa a tasso fisso (gestione in filiale)

La soluzione più conveniente quando si cercasse un finanziamento da aprire e gestire in filiale, la offre Credem. Mutuo Tasso Fisso prevede una rata mensile di 359,21 euro al Tasso Fisso dell’1,79% (IRS+0,25%) e Teag 2,11%. Le spese di istruttoria e perizia ammontano rispettivamente a 1.200,00 e 280,00 euro, mentre la percentuale di finanziabilità (loan-to-value) massima è pari all’80% del valore di perizia (redatta da periti indicati dalla banca).

Miglior mutuo prima casa a tasso fisso (gestione online)

Per chi ha confidenza con la rete, il mutuo più conveniente è 100% digitale ed è Mutuo a Tasso Fisso di Widiba. La rata da corrispondere mensilmente è di 372,33 euro al Tasso Fisso del 2,05% (IRS 30A+0,51%) e Taeg 2,09%. Il vantaggio del mutuo online è che le spese di perizia e istruttoria sono zero, così come ogni spesa di gestione, e in più la Banca fornisce a titolo gratuito l’assicurazione obbligatoria sulla casa. Per ragioni tecniche, la Banca non potrà erogare il mutuo se non in abbinamento a un conto corrente acceso presso di sé e intestato al mutuatario.

Miglior mutuo prima casa a tasso variabile (gestione in filiale)

Molto più bassa è attualmente la rata prevista se la scelta ricade su un tasso variabile, non avendo questo subito alcuna variazione a causa di un Eurirs sempre fermo ai valori di due anni fa. La migliore soluzione è ancora fornita da Credem Banca con Mutuo Tasso Variabile. La rata è di 293,91 euro al Tasso variabile dello 0,38% (Euribor 3M+0,70%) e Taeg 0,68%. Le spese iniziali sono per l’istruttoria di 1.200,00 euro e per la perizia di 280,00 euro. Tra le spese periodiche bisogna poi calcolare la commissione incasso rata con addebito in c/c di 1,75 euro e la commissione annua per la gestione della pratica di 39 euro.

Miglior mutuo prima casa a tasso variabile (gestione online)

Per i più digitali la soluzione ideale potrebbe invece essere Hello! Home Variabile di Hello bank! La rata da corrispondere mensilmente è di 304,97 euro al Tasso Variabile dello 0,63% e Taeg 0,74%. L’istruttoria è di 400,00 euro, la perizia costa 300,00 euro. Il finanziamento, che di norma non può superare il 70% del valore dell’immobile, è destinato ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato, ma anche ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti. Anche in questo caso per l’erogazione del mutuo è necessaria la presenza di un conto corrente Hello bank! di pari intestazione nel caso di mutuo mono-intestato, di intestazione pari a uno dei cointestatari nel caso di mutuo cointestato.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
I migliori mutui prima casa di novembre 2018 Valutazione: 4,7/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile