Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

La casa piace fuori dal centro e con la cucina abitabile

5/08/2018 in “MutuiOnline informa

La casa piace fuori dal centro e con la cucina abitabile

Cambiano le scelte dagli italiani in fatto di case proprietà e a darne resoconto è un’indagine di Tecnoborsa, che ha da poco divulgato l’edizione 2018 dell’Osservatorio “Le famiglie italiane e il mercato immobiliare”.

Una nuova tendenza riguarda sicuramente la zona dove abitare, visto che il 72,5% del campione preferisce vivere nel semicentro e nelle periferie delle città grandi e medio-grandi, a scapito dei centri storici che invece tengono un po’ di più al Sud e nelle Isole. Il 77,3% delle case ha un taglio che va dai 46 ai 100 metri quadri, con le abitazioni più piccole che prevalgono nel Nord-Est e al Centro, mentre quelle più grandi sono più diffuse nel Sud e nelle Isole.

L’abitazione ideale per gli italiani 

Tra le caratteristiche prese in esame c’è la cucina abitabile, che viene preferita dal 64,8% degli intervistati. Questa è più diffusa soprattutto al Sud, dove le abitazioni sono ancora piuttosto ampie, mentre al Centro si diffonde sempre di più il cucinotto, che ormai ha superato il 20% delle preferenze, e l’angolo cottura, quasi al 15%.

Sono ancora molti gli appartamenti con un bagno unico, oltre il 60%, mentre il doppio servizio riguarda poco più di un terzo del campione rilevato: nel Sud e nelle Isole, dove le residenze sono più grandi, è diffusa la presenza di due o più bagni. Nell’ambito degli accessori, il ripostiglio fa segnare un 19% e le cabine armadio si attestano al 10,3%.

Per quanto riguarda gli spazi esterni, quasi un terzo delle famiglie ne dichiara la totale assenza, mentre più del 40% possiede un terrazzo (specie nel centro Italia) e circa il 15% gode di un giardino, in particolare nel Nord- Est e al Sud.

In una recente statistica riportata nella news “Casa: gli italiani la preferiscono confortevole” abbiamo evidenziato le caratteristiche fondamentali della nuova casa ideale, tra cui:

- essere comoda da vivere, adattandosi alle nuove esigenze della società in trasformazione;

- aiutare a risparmiare con il controllo delle spese di manutenzione e dei consumi;

- rappresentare un ambiente sano;

- rispettare l'ambiente in cui si vive, integrandosi con il paesaggio.

La zona giorno: l’ambiente più amato

I diversi modi di vivere l’ambiente domestico sono alla base di un’ulteriore indagine condotta da Qvc, azienda per lo shopping televisivo, e da Human Highway, la società di ricerche in rete. L’analisi è stata effettuata su un campione di mille persone, rappresentativo della popolazione internet italiana, e mette in luce il valore simbolico che la casa riveste per gli italiani.

Il luogo preferito da chi abita una casa è la zona giorno, rappresentata dall’accostamento cucina/sala da pranzo, scelto dal 40,9% degli intervistati. A seguire troviamo la camera da letto (29,5%) che riscuote i consensi di più della metà degli under 25, lo studio (11,3%), gli spazi aperti come terrazzo, balcone e giardino (7,2%) e infine il bagno (3% del campione). Un’ulteriore evidenza è che la maggioranza degli intervistati vorrebbe una casa più grande: in cima ai desideri degli italiani c’è una casa con almeno una stanza in più da destinare a palestra, cabina armadio (per le donne) o studio (per gli uomini), oppure con un luogo di intrattenimento (giardino, terrazzo) da vivere soprattutto nei periodi di primavera ed estate. Infine, solo il 5% degli intervistati associa spontaneamente alla casa un’immagine negativa legata ai costi, come ad esempio la presenza di un mutuo o le spese da sostenere per le imposte.

Il merito dei mutui

La voglia di casa può essere appagata grazie alle attuali condizioni di prestito praticate dalle banche, che offrono soluzioni in grado di non gravare troppo sul budget familiare. Per avere un’idea della spesa da sostenere basta fare una simulazione su MutuiOnline.it, il portale che consente di confrontare i migliori prestiti per la casa presenti sul mercato del credito e fornisce quotidianamente un prospetto che arriva a individuare il mutuo migliore del giorno.

Supponendo che a richiedere una somma di 110.000 euro a 20 anni sia un trentacinquenne di Firenze che deve finanziare l’acquisto di una prima casa del valore di 200.000 euro, si scopre che l’offerta più economica è quella a tasso variabile di UnicreditMutuo Unicredit Tasso Variabile prevede una rata mensile di 485,35 euro, Tasso Variabile dello 0,58% (Taeg 0,73%) e spese di istruttoria e perizia rispettivamente di 500,00 e 211,06 euro. Il valore massimo di concedibilità (loan-to-value) non potrà superare l'80% del minore tra il valore commerciale da perizia e il prezzo effettivamente pagato in sede di acquisto. In caso di residenza in Italia da meno di 5 anni, la percentuale finanziata non può eccedere il 70%.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
La casa piace fuori dal centro e con la cucina abitabile Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile