Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Cambio rata del mutuo: come richiederlo

13/11/2017 in “MutuiOnline informa

cambio rata mutuo

Acquistare casa è un passo importante e, quando c’è la necessità di ricorrere a un mutuo per finanziare l’operazione, è fondamentale non solo prestare attenzione alla convenienza delle condizioni economiche, ma al fatto che il finanziamento scelto sia davvero quello adeguato alla nostra particolare situazione. È possibile ad esempio che sin da subito si riveli l’esigenza di piani di rimborso flessibili, atti a a proteggere il cliente da eventuali imprevisti.

Molte banche offrono prodotti con piano di rimborso flessibile e che hanno appunto questo scopo: garantire il cliente in particolari momenti di difficoltà.

L'opzione cambio rata del mutuo permette al cliente di modificare l'importo della rata una tantum nell'intero arco del piano di ammortamento. Alcune banche, per agevolare ulteriormente il cliente, rendono possibile la variazione della rata fino a tre volte, affiancando a tale opzione anche il cosiddetto salto della rata, che consente di rimandare il pagamento di una o più mensilità.

Mutuo Valore Italia TOP di Unicredit ad esempio, include tre opzioni sul piano di ammortamento:

  • Riduci rata: permette di prolungare il piano di rimborso fino ad un massimo di 4 anni riducendo l'importo della rata;
  • Taglia rata: permette di rimandare in parte o integralmente il pagamento della quota capitale fino a 12 mesi;
  • Sposta rata: permette di saltare il pagamento di una rata fino a 3 mensilità, consecutive o non consecutive, durante l'intera vita del mutuo.

La prima opzione è quella più definitiva: consente di abbattere la rata prolungando la durata del finanziamento; la seconda e la terza invece, sono le soluzioni giuste per chi è momentaneamente impossibilitato al pagamento.

Il mutuo Unicredit non è il solo ad ammettere questo tipo di agevolazioni, ma è importante che il cliente ne verifichi l’esistenza prima di sottoscrivere il finanziamento. Se il mutuo è già stato acceso e la banca non consente di cambiare o saltare la rata infatti, bisogna ricorrere ad altri rimedi. Stiamo parlando delle garanzie statali a favore dei mutuatari e dell'istituto della surroga.

Quanto alle garanzie statali, la legge di stabilità del 2015 ha prorogato fino al 2017 la sospensione del mutuo, una speciale moratoria dedicata alle famiglie in difficoltà economica. L'argomento è stato approfondito nella news "Mutui 2017: più tutele per chi compra", che riportiamo di seguito nei contenuti essenziali.

La normativa sulla sospensione del mutuo permette di richiedere alla banca che ha erogato il prestito la sospensione del pagamento della quota capitale delle rate fino ad un massimo di 12 mesi. Fra i requisiti per accedervi rientrano fatti gravi come l'avvenuto licenziamento o la riduzione dell'orario lavorativo per 30 giorni consecutivi, la messa in cassa integrazione, il decesso o il grave infortunio dell'intestatario del mutuo. 

La surroga invece, consiste nella possibilità introdotta 10 anni or sono dal Decreto Bersani di trasferire il mutuo a costo zero presso altro istituto di credito. Scegliendo di cambiare banca il mutuatario può ottenere grandi vantaggi, rinegoziando le condizioni del finanziamento: ottenendo una rata più bassa, tassi di interesse e spread inferiori, un piano di ammortamento più flessibile, inclusivo magari, proprio dell'opzione cambio rata del mutuo.

Per rendersi conto del vantaggio economico garantito dalla surroga basta fare una simulazione su MutuiOnline.it, che seleziona ogni volta fra 59 istituti di credito il mutuo a condizioni migliori. Il 5 novembre 2017 la richiesta di un mutuo surroga a tasso fisso, da parte di un impiegato 37enne residente a Biella di un importo di 150.000 € a 30 anni, per un valore dell'immobile di 200.000 €, avrà come prodotto migliore Mutuo Domus di Intesa Sanpaolo, che prevede una rata mensile di 487,85 € al mese al TAN dell'1,90% e TAEG dell'1,99%.

I tassi applicati sono in promozione, le spese di istruttoria e perizia sono azzerate. La gestione del finanziamento online consente di gestire i rapporti con la banca in completa autonomia, anche tramite dispositivo mobile scaricando su smartphone o tablet l'app Intesa Sanpaolo.

A cura di Ele Libra
Come valuti questa notizia?
Cambio rata del mutuo: come richiederlo Valutazione: 3/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Mutui e Gdpr: cosa cambia per banche e mutuatari pubblicato il 14 luglio 2018
Mutuo: cosa succede se si smette di pagarlo? pubblicato il 11 luglio 2018
Come tutelarsi se sale lo spread pubblicato il 5 giugno 2018
Seconda casa: perché acquistarla e metterla a rendita pubblicato il 8 giugno 2018
Mutui: come funziona il piano di ammortamento pubblicato il 22 giugno 2018
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile