Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Edifici sostenibili, maggiore rivalutazione e qualità della vita

4/10/2017 in “MutuiOnline informa

Edifici sostenibili, maggiore rivalutazione e qualità della vita

L’attuale acquisto o ristrutturazione di una abitazione porta gli investitori a valutare con maggiore attenzione quelle soluzioni che rispettano i canoni dell’edilizia sostenibile.

Il concetto di edilizia sostenibile si basa sull’obiettivo di ridurre ai minimi termini l'impatto con l'ambiente circostante attraverso due principi fondamentali. Il primo riguarda la realizzazione di aree verdi nelle immediate vicinanze degli edifici, in modo che i grandi centri urbani non si riducano con il tempo in veri e propri ammassi di cemento, il secondo riguarda l'utilizzo nella loro costruzione di energie derivanti da fonti rinnovabili, una caratteristica che porta a limitare al massimo le emissioni nocive. 

La convenienza degli edifici sostenibili è stata valutata da un’indagine di Scenari immobiliari, intitolata “Il costruito per gli uomini del domani; osservatorio sulla sostenibilità ambientale: focus sull’efficienza energetica e sulla sicurezza”. Secondo il rapporto, un'operazione immobiliare sostenibile comporta un incremento dei costi di costruzione o di rinnovamento che però sarà ampiamente compensata da un incremento del valore (tra il 2 e il 10%) e da una forte diminuzione dei tempi di vendita (da 8 a 4 mesi).

Le famiglie risultano essere tra gli attori maggiormente interessati alla sostenibilità: una prova arriva dalla news "In aumento le compravendite di immobili in classe A", dove si evidenzia l’importanza della classe energetica nella scelta di un alloggio. Un ruolo ancora più importante lo sta avendo la ristrutturazione, spinta dalla detrazione Irpef del 50% sulle spese sostenute (per un massimo di 96 mila euro). Per il 2018 ripartirà il dibattito sia in Parlamento che nel Governo per proporre la stabilizzazione dell’incentivo, anche se ad oggi non ci sono certezze. Una possibilità è anche quella che dal prossimo anno l’agevolazione possa tornare nella misura ordinaria, con la vecchia aliquota al 36% e un limite massimo di spesa di 48.000 euro per unità immobiliare.

Ricordiamo che le costruzioni con un’età superiore ai 40 anni che necessitano di interventi di manutenzione straordinaria rappresentano il 70% del totale, costituendo sì una problematica ma anche una grande opportunità per la definitiva ripresa del settore.

"Nel caso di una ristrutturazione”, spiega Francesca Zirnstein, Direttore Generale Scenari Immobiliari, “il costo degli interventi green è mediamente di 40 euro al metro quadrato. Nelle sole città italiane, con un patrimonio costruito dopo il 1946 di circa 18 milioni di abitazioni, ciò comporterebbe un investimento aggiuntivo di 40 miliardi di euro e un incremento del valore non inferiore a 100 miliardi".

L’edilizia sostenibile ha un impatto notevole anche sul benessere di chi abita quell’immobile. Una casa con un’efficace coibentazione, ad esempio, sarà caratterizzata da un fabbisogno termico molto basso, che porterà non solo un notevole risparmio energetico ma anche una maggiore qualità della vita per i residenti. Stessa cosa per le componenti che riguardano l’illuminazione, il condizionamento dell’aria, il riscaldamento e la ventilazione, che rendono l’alloggio sia ben costruito che più vivibile.

In tema di abitazioni abbiamo più volte sottolineato l’importante ruolo dei prestiti per la casa: attraverso un mutuo ristrutturazione è più facile sostenere le spese per adeguare la casa alle proprie esigenze. Su MutuiOnline.it è possibile ottenere preventivi personalizzati, grazie alle simulazioni effettuabili tramite l’inserimento di pochi e semplici dati relativi al proprietario e all’immobile. In alternativa è possibile consultare la pagina delle migliori offerte e fare un preventivo mutui ristrutturazione.

Tra le proposte a tasso fisso più economiche domandate da un cliente generico (mutuo di 80 mila euro da parte di un impiegato trentacinquenne residente a Milano, valore dell’immobile 150.000 euro, piano di rimborso della durata di quindici anni), troviamo Mutuo Crédit Agricole di Cariparma – Crédit Agricole, con una rata di 506,38 euro mensili e Taeg dell’1,95% (Tan 1,77%). La soluzione prevede 500 euro di spese istruttorie ma nessun costo per la perizia. A ogni prestito sono abbinate delle opzioni di flessibilità, tra cui la possibilità di saltare una rata ogni anno e senza costi aggiuntivi e scelta l’utente può anche decidere di sospendere il pagamento delle rate fino a un massimo di 12 mesi oppure di rimborsare per 4 volte la sola quota capitale. Inoltre l’utente può scegliere fra due benefit, Primagratis (la prima rata gratuita di ammortamento o preammortamento ordinario) e Zeropensieri (il reperimento senza costi dei dati reddituali per la delibera del mutuo e dei documenti necessari per la sua stipula).

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Edifici sostenibili, maggiore rivalutazione e qualità della vita Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Mutui: c’è ancora tempo per fare affari pubblicato il 17 novembre 2018
Immobili: si inverte il trend dei prezzi? pubblicato il 22 ottobre 2018
Compravendite e mutui, ancora un successo nel secondo trimestre pubblicato il 5 dicembre 2018
A novembre crescono mutui, surroghe e importi richiesti pubblicato il 11 dicembre 2018
Mutui: chi può stare tranquillo con i nuovi rincari? pubblicato il 8 novembre 2018
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile