Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Affitti, a salire è soprattutto l’offerta

28/09/2017 in “MutuiOnline informa

L’ascesa del mercato immobiliare italiano non è un trend da attribuire al solo comparto delle compravendite, ma si conferma negli ultimi 18 mesi anche nel settore delle locazioni, come già abbiamo avuto modo di scrivere nella news "Crescono le locazioni e i rendimenti degli affitti".

Domanda e offerta degli immobili in affitto fanno segnare attualmente una crescita del 2,1% e 13%, due dati che arrivano dall’ultima indagine del portale Immobiliare.it. A favorire il mercato degli affitti non è solo una nuova cultura che appartiene ai giovani millennials e alla perdita di valore della casa di proprietà come bene prioritario, ma evidentemente anche a una situazione economica dei nuovi giovani lavoratori che non permette di affrontare la importante spesa di un immobile, spesso sostenuta dai genitori.

A dominare il mercato delle locazioni in Italia la città di Milano, con un’offerta di circa 37.000 appartamenti in vendita e 12.000 in locazione, mentre le richieste vedono una tendenza opposta: 30.000 abitazioni in locazione e 10.000 in acquisto.

Per quanto riguarda i prezzi – un argomento riportato anche in "Nuova verve per i prezzi delle locazioni" – il mercato degli affitti è particolarmente caro nella regione Lazio, dove la leadership degli importi se la aggiudica Roma. Nella Capitale il prezzo medio mensile per una casa di due stanze è di 720 euro, 540 euro quella di un monolocale. Fanalino di coda è il Molise, in cui il costo medio di un bilocale si ferma a 330 euro al mese. Tra le città più economiche troviamo anche Isernia, Cosenza, Caltanissetta e Reggio Calabria, dove per un quadrilocale si possono spendere dai 410 ai 660 euro.

La locazione è particolarmente attiva anche per le singole stanze (+28,5%) che hanno portato all’aumento delle richieste economiche da parte dei proprietari – da 308 euro del 2016 ai 343 di quest’anno. A rilevarlo è l’ultimo rapporto di Idealista.it, che ha calcolato prezzi in fermento soprattutto a Bologna (+17,7%), Siena (+11,7%) Roma (+5,2%), Napoli (+7,2%), Milano (+9,2%).

Milano resta la città più cara con una media di 450 euro per una camera. A seguire troviamo Roma (407 euro), Firenze (363 euro) e Bologna (352 euro), con le soluzioni più economiche che invece riguardano il Sud Italia. A Lecce e a Reggio Calabria le richieste sono, rispettivamente, di 182 e 183 euro al mese.

L’età media di chi condivide un’abitazione è di 29 anni, un dato che sale a Firenze (32) e Catania (30) e che invece scende a Perugia (26 anni), Pisa (25) e Pavia (23 anni), con una preferenza per le aree semi-centrali o centrali delle grandi città. La coabitazione tra donne interessa il 20% dei casi, quella mista è la più diffusa, con il 74% delle convivenze.

Il fenomeno della locazione riguarda soprattutto gli studenti. A tal proposito ricordiamo che le famiglie vengono agevolate dai benefici fiscali messi appunto dal Governo, che permettono di inserire in dichiarazione una detrazione del canone del 19% per i famigliari universitari fuori sede. Per poterne usufruire, l’ateneo deve essere ubicato in un comune di una provincia diversa e distante almeno 100 chilometri da quello di residenza del giovane o nel territorio di uno Stato membro dell’Unione europea.

Le locazioni a studenti sono considerate dagli investitori un vero e proprio business, che invogliano i risparmiatori ad acquistare un immobile. Ne abbiamo parlato nell’articolo "Immobili: torna l’acquisto per investimento", dove si sottolinea la crescente tendenza degli ultimi anni ad affittare non solo agli universitari, ma anche ai turisti.

In questo momento l’acquisto della casa è sempre più conveniente grazie al ricorso a un mutuo e alle condizioni sempre più favorevoli praticate delle banche, scegliendo tra le offerte di decine di istituti e avvalendosi di strumenti di confronto come il portale di MutuiOnline.it, che permette di effettuare una comparazione delle soluzioni più interessanti presenti sul mercato.

La domanda al 22 settembre di un cliente-tipo, 48enne di Padova che acquista una seconda casa a Milano e necessita di 100.000 euro da restituire in 15 anni, per un valore dell’immobile di 200 mila euro, vede quale prodotto più conveniente Mutuo Variabile di BNL - Gruppo BNP Paribas che offre una rata di 586,57 euro al Tasso dello 0,73% (Taeg del 1,21%). Le spese di istruttoria e perizia ammontano a 800 e 300 euro, le commissioni di incasso rata sono gratuite per chi dispone del conto corrente BNL. Il finanziamento è destinato a soggetti che non devono superare gli 80 anni di età alla scadenza del contratto.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Affitti, a salire è soprattutto l’offerta Valutazione: 5/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile