Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Mercato in ripresa: crescono le convenzioni notarili

5/09/2017 in “MutuiOnline informa

Il mercato del mattone ha resistito anche nei mesi estivi, normalmente più soggetti ad una battuta d’arresto a causa del periodo di ferie.
E’ un dato che trova conferma nella news "Mutui, a luglio si impennano gli importi erogati", dove abbiamo evidenziato i positivi trend dell’ultimo anno e le brillanti risultanze del periodo estivo.
La conferma arriva dall’ Osservatorio di MutuiOnline.it di luglio che ha evidenziato un incremento di finanziamenti per l’acquisto della prima casa: nel terzo trimestre 2017 sono saliti al 43,5%, contro il 39,7% dello stesso periodo dell’anno precedente.

A supporto di questo andamento particolarmente positivo, troviamo anche i dati Istat relativi alle convenzioni notarili per mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare che, nel primo trimestre 2017, hanno avuto un aumento globale del 2,5%.
Le variazioni più consistenti sono state rilevate nel Nord Ovest (+12,2%) e nel Centro (+10,8%) , con un picco nelle grandi metropoli.

In termini giuridici, una convenzione stabilisce un patto o accordo attraverso il quale due o più soggetti, intesi come persone fisiche o giurifiche, regolano le questioni di comune interesse.
Nel caso delle compravendite immobiliari, il notaio riveste un ruolo fondamentale: egli è infatti incaricato di redigere il rogito, l’atto conclusivo della compravendita, redatto in forma pubblica e firmato sia dalla parte acquirente sia dalla parte venditrice.
Come spiegato nella nostra guida specifica, il notaio ha il compito di effettuare i controlli formali riguardanti l’esistenza di ipoteche o altri vincoli, come il rispetto delle norme edilizie e la conformità del rogito con gli atti precedenti, come ad esempio il compromesso.
In questo modo si garantisce l’identità delle parti, la legalità dell’atto e la veridicità delle dichiarazioni riportate.

Secondo quanto previsto dagli aggiornamenti della normativa, in particolare dalla legge finanziaria 2006 (266/2005) e dal Decreto Bersani 223 del 2006 (diventato poi legge 248/2006), nelle cessioni di immobili ad uso abitativo tra privati, è necessario che il rogito riporti le seguenti informazioni:

• valore di cessione dell’immobile;
• modalità di pagamento (solitamente assegno circolare);
• la partita IVA, il codice fiscale, il numero di iscrizione al ruolo degli agenti di affari in mediazione e della camera di commercio;
• le spese sostenute per l’attività di intermediazione, con le analitiche modalità di pagamento della stessa.

Se l’agente non è iscritto all’apposito albo, il notaio è tenuto ad effettuare apposita segnalazione all’Agenzia delle Entrate.

La scelta del notaio riveste dunque un’importanza cruciale per la buona riuscita della compravendita. Come sceglierlo, se non si conosce un professionista di fiducia?
Di seguito alcuni consigli pratici:

- solitamente il Notaio viene scelto dal compratore o da chi chiede un mutuo alla banca, ma deve comunque godere della fiducia delle parti. E’ bene informarsi sul professionista o verificare eventuali pareri di altri clienti, laddove possibile; la disponibilità del professionista e la tempestività delle risposte di fronte ad eventuali dubbi sono elementi da tenere sempre in considerazione.
- “il prezzo più basso” non è necessariamente sinonimo di convenienza. Le imposte e le tasse sono identiche in ogni studio; varia solo l’onorario, che però può essere indice di preparazione, reputazione, fiducia.
- non sempre il notaio proposto dalla banca o dall’agenzia di intermediazione è il più conveniente. Come per altri ambiti, chiedete alcuni preventivi prima di scegliere.
Ricordate che le spese notarili sono detraibili nella misura del 19% per un tetto massimo di 4.000 euro e comprendono l’onorario del notaio per la stipula del contratto di mutuo e le spese per
l’iscrizione e la cancellazione dell’ipoteca.

Se siete interessati ad acquistare casa, non dimenticate di verificare le migliori offerte al momento disponibili sul sito MutuiOnline.it o di chiedere un preventivo sul comodo comparatore, che vi permetterà in pochi minuti di avere una panoramica delle soluzioni più adatte alle vostre esigenze.
Solo per fare un esempio, al 30 agosto, ipotizziamo di voler acquistare un’abitazione principale a Milano, con un reddito mensile di 2.600. L’importo richiesto è di 135.000 euro e il valore dell’immobile è 180.000 euro, per una durata di 25 anni.
La miglior proposta a tasso fisso è Hello! Home Fisso di Hello Bank, con una rata mensile di 588,78 euro e Taeg 2,37%.

Orientandosi sul variabile, abbiamo l’offerta di Deutsche Bank, con rata mensile di 506,34 euro e Taeg 1,07%.

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Mercato in ripresa: crescono le convenzioni notarili Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Acquistare casa a 1 euro con obbligo di ristrutturazione pubblicato il 14 novembre 2017
Mutuo prima e seconda casa: le agevolazioni previste pubblicato il 28 luglio 2017
I migliori mutui per ristrutturazione di ottobre pubblicato il 5 novembre 2017
Polizze casa, al via la detrazione IRPEF pubblicato il 16 novembre 2017
I mutui più convenienti di giugno pubblicato il 12 giugno 2017
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile