Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Mutui, a marzo crescono le richieste e gli importi

23/04/2017 in “MutuiOnline informa

La domanda relativa ai finanziamenti per la casa mantiene i volumi interessanti degli ultimi mesi, complice l’attuale abbassamento del tasso d’inflazione e le convenienti offerte da parte degli istituti di credito – un binomio di cui si può leggere nella news "I mutui più convenienti di aprile".

A marzo le richieste di mutuo pervenute alle varie banche hanno registrato un incremento dell’1,7% rispetto allo stesso mese del 2016, periodo che si era già contraddistinto per un sostanzioso +17,3% sui trenta giorni dell’anno precedente.

Il rafforzamento della domanda è stato rilevato dal Barometro del CRIF (Centrale Rischi Finanziari), che analizza i dati provenienti da vere e proprie istruttorie formali e non da semplici informazioni ottenute presso gli intermediari. I volumi raggiunti a marzo eguagliano l’ottima performance del 2010: l’aggregato dei primi tre mesi dell’anno fa segnare un +0.4%, un risultato che risente della battuta d’arresto registrata a febbraio.

“Il primo trimestre 2017”, commenta Simone Capecchi, Executive Director di CRIF, “si è chiuso con un trend sostanzialmente piatto del numero di interrogazioni relative alle richieste di nuovi mutui e surroghe, a cui si associa però la ripresa del valore dell’importo medio rispetto al corrispondente periodo del 2016. Parallelamente, prosegue anche la crescita della durata media dei mutui richiesti, probabilmente riconducibile a una minore incidenza delle surroghe sul totale delle richieste. Con uno scenario immobiliare in ripresa sul fronte dei prezzi e delle compravendite, il mercato del credito sta quindi ben supportando questa rinascita, indice anche di una rinnovata fiducia da parte delle famiglie italiane”.

La risalita dell’importo medio porta la somma richiesta a 125.576 euro, una cifra che è superiore di quasi 2.700 euro sul corrispondente periodo dello scorso anno – quando si era fermata a 122.879 euro.

Guardando i dati del primo trimestre si nota che la fascia di importo preferita è sempre quella compresa tra i 100 e i 150 mila euro, con una quota pari al 29,5%. Rispetto ai dati rilevati tra gennaio e marzo del 2016, si registra una diminuzione dell’1,2% delle richieste di ammontare inferiore a 100.000 euro (il 47,5% del totale) a vantaggio di una crescita delle classi oltre i 150.000 euro, passate dal precedente 21,7% all’attuale 23,0%.

Sempre nel primo trimestre si conferma il successo dei piani di ammortamento con classe di durata compresa tra i 16 e i 20 anni, che raggiungono una quota pari al 24,2%. A questo risultato si affianca una variazione negativa dell’1,8% per il range 6-10 anni, mentre riprendono quota le classi 0-5 anni e 26-30 anni, entrambe con un +0,3%.

Osservando, infine, la distribuzione delle interrogazioni in relazione all’età del richiedente, l’ultimo aggiornamento del Barometro conferma la predominanza della fascia compresa fra i 35 e i 44 anni, che si attesta al 35,7% del totale.

Per scegliere il miglior mutuo basta collegarsi a internet e digitare MutuiOnline.it, il portale di riferimento nel settore delle comparazioni con cui è possibile individuare le varie tipologie di prestito in base alla finalità e al tipo di tasso scelto dall’utente.

Simulando l'11 aprile la domanda di un cliente-tipo – 35 anni di Ragusa, acquisto prima casa, lavoro a tempo indeterminato – per un mutuo a tasso fisso a 20 anni dell’ammontare di 110.000 euro (valore immobile 160 mila euro), il prodotto più economico è quello offerto da Intesa SanpaoloMutuo Domus Fisso offre una rata di 556,47 euro al Tan del 2% (Taeg del 2,22%), con spese di istruttoria pari a 600 euro e di perizia a 320 euro. Tra le proposte più vantaggiose del tasso variabile si distingue Mutuo Youpremium del Banco Popolare Siciliano, con una rata mensile di 505,88 euro (tasso dell’1% e Taeg 1,19%). Le spese di istruttoria e perizia sono le stesse praticate da Intesa Sanpaolo: il finanziamento è destinato a privati che non abbiano superato gli 80 anni alla scadenza del contratto.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Mutui, a marzo crescono le richieste e gli importi Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
I migliori mutui per ristrutturazione di ottobre pubblicato il 5 novembre 2017
I mutui più convenienti di giugno pubblicato il 12 giugno 2017
Le surroghe pesano sempre meno sulla domanda di mutui pubblicato il 1 dicembre 2017
Migliori Offerte di Mutuo – Novembre 2017 pubblicato il 22 novembre 2017
Perché fidarsi del tasso variabile pubblicato il 27 novembre 2017
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile