Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Più Ecobonus e detrazioni fiscali: la proposta del Governo

30/09/2016 in “MutuiOnline informa

Più Ecobonus e detrazioni fiscali: la proposta del Governo

Prolungare il periodo di tempo utile per richiedere gli ecobonusdopo il successo di quest'anno, innalzando anche le detrazioni concesse, principalmente sul risparmio energetico e sugli interventi antisismici. Questo il piano del Governo presentato durante un convegno di Confedilizia dal viceministro dell’Economia Enrico Morando, con l’intento di aumentare il tasso di appeal e l’efficacia dei bonus e di renderli sistematici, così da consentire ai cittadini di usufruirne appieno e di trarne maggiore giovamento.

Ricordiamo che le detrazioni sulla ristrutturazione e gli Ecobonus per la riqualificazione energetica degli edifici ammontano rispettivamente al 50% e 65% della spesa sostenuta, da ripartire in dieci anni, e che l’introduzione è stata determinante per imprimere una svolta alla crisi attraversata dal settore edile, permettendo così di rilanciare l’intero comparto.

Secondo l’ultimo rapporto elaborato dal Servizio Studi della Camera in collaborazione con il Cresme - Centro ricerche economiche sociali di mercato per l'edilizia e il territorio - nel 2015 gli investimenti generati dagli incentivi hanno superato i 25 miliardi euro, ripartendosi fra 3 miliardi della riqualificazione energetica e 22 miliardi sugli interventi di ristrutturazione.

Sempre secondo il Cresme, per l’anno corrente gli investimenti chiuderanno a un totale di 29 miliardi di euro, mentre dal 1998 al 2016 sarebbero 14,2 milioni le famiglie italiane che hanno usufruito degli incentivi, il 55% di quelle italiane.

Tornando alla proposta di Governo, la volontà è di allungare a due o tre anni il termine per la richiesta delle agevolazioni e innalzare lo sconto nel caso in cui gli interventi – di ristrutturazione e antisismici – vengano fatti insieme. Il motivo è che, secondo quanto afferma Morando, “fare i due tipi di lavori assieme costa meno, non solo per il fatto che il cantiere si apre una volta invece di due. Se devo spendere 15mila euro per il risparmio energetico e atri 15mila per la messa in sicurezza antisismica, sembrerebbe dimostrato che se fatto contemporaneamente i secondi 15mila euro possono diventare da 5 a 10mila, con un risparmio particolarmente importante”.

"Se poi si riuscisse a portare in alto la detrazione” continua il viceministro, “il soggetto privato è indotto a fare i due interventi contemporaneamente, e il concorso del capitale privato è più facile e significativo”.

Inoltre, poiché possono usufruire della detrazione IRPEF i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche che siano proprietari o titolari di diritti reali sull’unità immobiliare cui è destinato l’intervento, l’idea è quella di “trovare una procedura non fondata sulla detrazione Irpef che consenta anche agli incapienti di partecipare alla ristrutturazione dei condomini, recuperando il vantaggio sul versante degli oneri da riscaldamento”.

Coloro che avessero intenzione di rinnovare casa e decidessero di farlo avvalendosi di un finanziamento, possono considerare la comparazione dei migliori mutui sul mercato offerta da MutuiOnline.it.

Simulando il 30 settembre la richiesta di un impiegato milanese di 35 anni, reddito 2.600 euro mensili, importo mutuo 80.000 euro, valore immobile 150.000 euro, durata mutuo 15 anni, il prodotto migliore a tasso fisso è quello offerto da Hello Bank! che con Hello! Home Fisso offre una rata mensile di 500,20 euro al Tan dell’1,60% e Taeg dell’1,78%. Le spese di istruttoria ammontano a 200 euro e quelle di perizia a 300 euro.

Se invece la scelta ricade su un prodotto a tasso variabile, il più conveniente è Mutuo a Tasso Variabile Semprelight di Iw Bank Private Investments, con una rata di 480,56 euro. Il Tan è dell’1,05% e il Taeg dell’1,16%. Le spese di istruttoria ammontano a 600 euro e non sono previste spese di perizia.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Più Ecobonus e detrazioni fiscali: la proposta del Governo Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile