Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Immobili, i rendimenti di box e bilocali

29/02/2016 in “MutuiOnline informa

investimenti immobiliari

La scelta di investire nel mattone è da sempre una delle alternative per mettere al sicuro i propri risparmi. Coloro che hanno budget contenuti tendono ad acquistare immobili meno impegnativi, quali box o bilocali. In particolare, per entrambe le categorie l’Ufficio Studi Tecnocasa ha considerato una serie di criteri che l’acquirente deve valutare prima di effettuare l’investimento. 

Per un box, bisogna innanzitutto scegliere una zona con un ridotto numero di parcheggi e priva di interventi di costruzione di ulteriori rimesse che andrebbero ad aumentare l’offerta e a ridurre i canoni di affitto. I contro per questa tipologia di immobile sono costituiti dalla crisi del settore degli ultimi anni, visto che la principale rinuncia per le famiglie italiane al fine di tagliare le spese è proprio l’uso del garage.

Se si vuole investire in un bilocale bisogna optare per una zona con un’elevata domanda di alloggi in locazione, quali le zone universitarie o i quartieri dove sono presenti aziende e uffici che attirano i trasfertisti.

I rendimenti annui dei box sono mediamente più elevati di quelli degli appartamenti. Nelle grandi città si attestano al 5,9% lordo contro il 4,6% di un bilocale: questo dato spiega l’alta percentuale di utenti che acquistano una rimessa per finalità di investimento, il 58,1%.

Tenendo invece conto della rivalutazione nel tempo, l’analisi dell’Ufficio Studi ha constatato nelle grandi città un maggior aumento del valore dei bilocali rispetto ai box, il 10,8% contro il 7,5%. A Milano – tra il primo semestre 2001 e lo stesso periodo del 2013 – gli appartamenti si sono rivalutati del 38,2% mentre i box del 22,7%. A Roma la rivalutazione è stata rispettivamente del 48,4% e del 30,6%, mentre a Napoli il range di rivalutazione tra le due tipologie è più basso, il 35,4% contro il 29,2%. 

Per quanto riguarda le rimesse, si riscontra un’ulteriore discesa dei prezzi nel primo semestre 2015. La diminuzione è stata del 3,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre i canoni di locazione sono in ribasso dell’1,7%. Il calo è dovuto principalmente al ridimensionarsi della domanda, a cui si aggiunge l’aumento dell’offerta presente sul territorio legata soprattutto alle nuove costruzioni. I valori più alti si registrano sempre nelle zone centrali, dove l’offerta non è elevata e spesso ci sono immobili storici privi o con pochi box.

L’analisi delle informazioni raccolte presso la rete Tecnocasa evidenzia che il 63% delle operazioni che hanno interessato i box hanno avuto per oggetto la locazione, mentre il 37% sono compravendite. Dal 2007 il valore dei garage è diminuito del 32,6% con punte del 48,6% a Napoli: più virtuosa Verona dove questo tipo di immobile ha perso soltanto il 17,8%.

Analizzando i costi d’acquisto sempre nella prima parte del 2015 si scopre che i prezzi sono diminuiti dell’1,5% a Milano, del 2,6% a Roma, del 7% a Napoli e dell’8,8% a Bari. Stesso discorso per i canoni di locazione con variazioni per le stesse città rispettivamente del -2,2%, -2,7%, -2,1% e -5,3%.

Il miglior metodo per capire come si evolve il mercato dei finanziamenti per comprare casa è senza dubbio il portale MutuiOnline.it, in cui è possibile fare un preventivo in pochi minuti confrontando le migliori offerte.

Considerando una richiesta di mutuo di 15 anni dell'importo di 75 mila euro (seconda casa del valore di 150.000 euro) da parte di un residente milanese 55enne con reddito di 2.600 euro mensili, è possibile conoscere le migliori proposte delle varie banche. Scegliendo il tasso variabile, la soluzione più conveniente è quella di BancadinAmica che permette di pagare 452,21 euro mensili al tasso dell’1,10% (TAEG 1,43%); l’istruttoria è pari allo 0,25% dell’importo domandato (187,50 euro) e l'imposta sostitutiva è di 1500 euro, mentre il costo della perizia è pari a zero. Per l’erogazione del mutuo è necessario essere titolari di un Conto BancadinAmica di pari intestazione. 

In caso di acquisto del box, ci viene in aiuto il sito PrestitiOnline dove è possibile ricercare il prestito più vantaggioso alle migliori condizioni di mercato.

Supponendo di chiedere un importo di 25 mila euro in 60 mesi, il più conveniente è offerto da Rataweb che permette una rata mensile di 496,21 euro con TAN e TAEG rispettivamente del 7,1% e 7,38%. L'importo da restituire sarà pari a 29.796,62 euro.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Immobili, i rendimenti di box e bilocali Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile