Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Mutui, ancora boom di domande a giugno

21/07/2015 in “MutuiOnline informa

domanda mutui

Le domande di mutuo continuano il trend di crescita iniziato lo scorso anno, fino ad arrivare al mese di giugno di quest’anno con un totale di richieste da parte delle famiglie pari a +81,2% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. L’incremento a doppia cifra è secondo solo al mese di maggio, quando si è registrata la cifra record di +84,5%.

A fornire la percentuale è il Barometro del CRIF, che specifica come il dato non riguardi semplici preventivi online ma pratiche istruttorie aperte negli istituti di credito: le richieste pervenute confluiscono nell’EURISC, il sistema informativo del CRIF che raccoglie quasi 78 milioni di posizioni creditizie.

La variazione di questo primo semestre è evidentemente più che positiva: sfiora il 59% rispetto al corrispondente periodo del 2014, aiutato sia dalle condizioni meno stringenti dell’offerta di credito, che dai prezzi al ribasso del mercato immobiliare. Il livello della domanda è ampiamente superiore ai volumi fatti registrare negli ultimi tre anni, tuttavia le cifre sono ancora lontane a colmare il gap rispetto al 2009, anno in cui le richieste erano state superiori del 20,7%.

Tutte le regioni d’Italia hanno segnato rialzi a doppia cifra: il maggior numero di domande di mutuo è arrivato dalla Liguria con un +85%, mentre in fondo alla classifica troviamo la Valle d’Aosta con una crescita che si è fermata a un +26,7%.

“L’andamento delle richieste di mutuo”, spiega Simone Capecchi, Direttore Sales & Marketing di CRIF, “rappresenta un indicatore fondamentale per tastare il polso in modo tempestivo alle famiglie e alla loro propensione a impegnarsi in un investimento importante come quello della casa”.

Rimane ancora contenuto l’importo medio delle richieste, che si è attestato sui 122.671 euro, al di sotto dei valori registrati nel corrispondente mese degli anni precedenti ma, soprattutto, ben distante dagli oltre 140.000 euro del giugno 2010.

Considerando l’ammontare medio relativo alla prima parte del 2015, la cifra si ferma a 123.150 euro, contro i 124.670 dei primi sei mesi dello scorso anno. La tendenza è confermata dai dati per fascia d’importo: quella preferita dagli italiani è compresa fra i 100 e i 150 mila euro con una quota pari al 30,6% del totale; per richieste di finanziamento superiori ai 150 mila euro, la percentuale è pari al 22,2%.

La regione che ha fatto segnare l’importo medio più alto è il Trentino Alto Adige con 149.444 euro: fanalino di coda della graduatoria è il Molise, con poco più di 102.000 euro.

Per quanto riguarda la durata dei mutui, si prediligono quelli con scadenza superiore ai 15 anni, circa 7 finanziamenti su 10. Prevale la classe compresa tra i 15 e i 20 anni di durata, con una quota pari al 24%, seguita dalla fascia tra i 25 e i 30 anni con il 22% e da quella tra i 20 e i 25 anni con il 20,3%. Poco apprezzate la classi con periodi inferiori ai 5 anni o superiori ai 30 anni, che non superano rispettivamente l’1,2% e l’1,9%.

Analizzando l’età dei richiedenti si scopre che la fascia di durata compresa fra i 35 e i 44 anni è ancora una volta quella più attiva, rappresentando il 37,9% delle domande totali: per contro, c’è un deciso calo dell’incidenza delle domande dei giovani al di sotto dei 34 anni, che si è ridotta dal 30,7% della prima metà del 2014 al 27% del 2015, principalmente a causa delle difficoltà ad accedere al mercato del lavoro.  

MutuiOnline.it segnala due offerte interessanti per chi si appresta a comprare casa (dati al 21/7/2015).

Variabile Sempre Light, del Gruppo UBI, propone uno spread del 1,50% per importo finanziato fino al 50%. La caratteristica principale di questo prodotto è lo spread decrescente: ogni cinque anni, a partire dall’inizio del quinto anno, si abbassa di 5 basis points. Queste condizioni sono valide per le domande di mutuo sottoscritte in filiale dalla clientela dal 15 luglio al 31 agosto 2015 e stipulate entro il 16 ottobre 2015 compreso.

Mutuo Arancio è invece il prodotto di ING DIRECT a tasso fisso, variabile o fisso rinegoziabile che consente di ‘comprare casa senza uscire di casa’. Fino al 15 ottobre di questo anno lo spread è a partire da 1,50% e le spese di perizia e istruttoria sono zero.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Mutui, ancora boom di domande a giugno Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Cambio rata del mutuo: come richiederlo pubblicato il 13 novembre 2017
Mutui liquidità: quando convengono pubblicato il 31 luglio 2017
I migliori mutui per ristrutturazione di ottobre pubblicato il 5 novembre 2017
Mutui a tasso fisso: è ancora tempo di affari pubblicato il 2 gennaio 2018
I mutui più convenienti di gennaio pubblicato il 13 gennaio 2018
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile