Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Aste immobiliari, quasi 80 mila nel 2014

13/05/2015 in “MutuiOnline informa

Aste immobiliari, quasi 80 mila nel 2014

I procedimenti di vendita giudiziaria sono in costante crescita dal 2008: lo scorso anno hanno raggiunto quota 79.665. Il dato emerge dal nuovo rapporto Crediti in sofferenza e aste immobiliari realizzato da Opicons, un network professionale che offre consulenze e soluzioni per il mercato dei crediti ipotecari problematici o in sofferenza.

L’indagine ha raccolto ed esaminato i dati sulle aste immobiliari pubblicati online da 145 tribunali italiani: essendoci più lotti per ciascuna asta, il numero di unità immobiliari in vendita è di gran lunga superiore rispetto al totale delle procedure rilevate.

Infatti, nel caso in cui i mutuatari non riescano a rispettare il pagamento delle rate, l’istituto ricorre sempre più frequentemente a procedure legali che arrivano al pignoramento e alla vendita all’asta dell’immobile in garanzia.

Tuttavia, in questo caso le conseguenze sono dannose anche per il creditore: il mercato delle esecuzioni immobiliari in Italia prevede tempi lunghi e le aste, spesso deserte, battono prezzi di aggiudicazione finale che non permettono all’intermediario di recuperare il valore del credito.

Più di due terzi delle procedure hanno riguardato immobili residenziali, mentre il resto è suddiviso tra la categoria commerciale (9%), industriale (4,4%) e altre tipologie. Le aste indette nel 2014 sono state il 20,6% in più rispetto al 2013, anno in cui se ne erano registrate 66.022: l’incremento rispetto al 2011 è del 57%, a dimostrazione che la crisi economica è ancora in atto.

I tentativi di vendita forzata eseguiti durante lo scorso anno hanno riguardato maggiormente le macro area del Nord Italia: i numeri parlano di quasi il 40%. In Lombardia si sono registrate 14.216 aste, quasi il doppio rispetto alle 7.472 del 2011, mentre al Nord-ovest la percentuale di esecuzioni su immobili residenziali ha superato il 73% del totale, quasi tre aste su quattro.

Al Sud le vendite giudiziarie si sono attestate al 23,5%, con una maggiore incidenza nella regione Sicilia, con 9.409 aste e un incremento del 36,6% rispetto al 2013.

Secondo Cristian Pastorino – fondatore di Opicons – a trainare la crescita del numero di procedure in Italia sono soprattutto le grandi città: quest’ultime, prima della crisi, hanno avuto il maggiore boom immobiliare e ora pagano il più forte incremento di aste, soprattutto di abitazioni. Tra i maggiori capoluoghi interessati dal fenomeno ci sono Roma (2.846 procedimenti, di cui il 79% sono immobili residenziali), Milano (1.943) e Palermo (2.062).

La crescita delle aste può anche rappresentare, cercando un aspetto positivo, un’opportunità per molti professionisti. In particolare, gli agenti immobiliari “avrebbero la possibilità di strutturarsi”, spiega il co-fondatore di Opicons, Gerardo Paterna, “per offrire servizi di consulenza mirata sulle procedure di vendita giudiziaria di immobili: un mercato che potenzialmente rappresenta oltre il 15% del volume di compravendite realizzate in Italia”.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Aste immobiliari, quasi 80 mila nel 2014 Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
È di nuovo boom di surroghe pubblicato il 05 novembre 2019
Aumentano le aste immobiliari: opportunità per un buon affare pubblicato il 07 settembre 2019
Quanto risparmia chi fa un mutuo adesso pubblicato il 01 ottobre 2019
Il trend per il 2019 del mercato delle case pubblicato il 27 maggio 2019
Vendere casa: le dritte per non sbagliare pubblicato il 31 ottobre 2019
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile