Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Occhio alla seconda casa: i costi raddoppiano rispetto alla prima

16/06/2017

Il mercato delle seconde case ha subito una radicale trasformazione negli ultimi anni, soprattutto in relazione al mutato stile di vita delle famiglie.

La seconda casa non è più, o non più soltanto, il luogo dove trascorrere le ferie estive, ma un bene da mettere a reddito. Ad incidere su questa tendenza, è in particolare il mondo del lavoro: difficile avere lunghi periodi di ferie continuative e i nuclei familiari sono sempre più ridotti. Vi è poi la tendenza a concedersi ferie last minute, beneficiando di pacchetti particolarmente vantaggiosi senza pianificare troppo in anticipo.

Nel recente articolo "Il business degli affitti delle seconde case" abbiamo riportato i dati di Casavacanza.it, un sito specializzato nelle locazioni di seconde case.
Si evidenzia come, nel 2016, il volume degli affitti turistici sia aumentato del 10%. 

Ad incentivare questo business hanno sicuramente contribuito i numerosi siti di hosting ed affitti per le vacanze e le crescenti richieste dei viaggiatori che agli alberghi preferiscono il comfort di un appartamento.

Il rovescio della medaglia è che, a fronte di un mercato evidentemente fiorente, comprare una seconda casa non è così facile: stando alle stime, il costo, tra valore immobile, spese accessorie ed imposizione fiscale, è quasi raddoppiato rispetto alla prima casa.

Ad incidere maggiormente troviamo le imposte sul mutuo seconda casa che, come spiegato nella nostra guida, sono decisamente superiori a quelle previste per l’acquisto prima casa.

In particolare, se il venditore è un privato, un’impresa “non costruttrice” oppure un’impresa “costruttrice” (o di ristrutturazione) che vende dopo 5 anni dalla data di ultimazione dei lavori senza assoggettare l’operazione ad IVA, abbiamo l’imposta di registro del 9%, l’imposta ipotecaria di 50 euro e l’imposta catastale di 50 euro, IVA esente.

Se il venditore è un’impresa costruttrice (o di ristrutturazione) che vende entro 5 anni dall’ultimazione lavori, l’IVA sale al 10%, mentre imposta di registro, ipotecaria e catastale ammontano a una cifra fissa pari a 200 euro.

Non dimentichiamo che le seconde case sono soggette al pagamento di Imu e Tasi, oltre ad avere tariffe elettriche poco agevolate.

Bisogna dunque rinunciare al sogno di una casa al mare o in montagna? Assolutamente no!

Se si dispone di sufficiente liquidità per finanziare parte dell’acquisto, i mutui seconda casa in questo periodo sono particolarmente vantaggiosi.
Perchè dunque non ipotizzare un investimento da mettere a rendita, rientrando così delle spese iniziali?

Sul comparatore MutuiOnline.it è possibile effettuare simulazioni gratuite per avere preventivi anche sui mutui seconda casa. Inoltre nella sezione dedicata, è possibile avere degli aggiornamenti quotidiani sulle migliori offerte.

Vediamo ora qualche esempio al 12 giugno, ipotizzando di voler acquistare un immobile a Finale Ligure, in provincia di Savona, da adibire a seconda casa, del valore di 200.000 euro. Ipotizziamo di chiedere un mutuo di 120.000 euro a tasso fisso, della durata di vent’anni.

Troviamo tra le migliori proposte per Indice Sintetico di Costo il mutuo di Webank, con rata mensile di 610,37 euro e Taeg 2,30%. Il mutuo finanzia un importo massimo dell’80% del minore tra importo di acquisto e valore di perizia. Per quanto riguarda la ristrutturazione, l’erogazione massima prevista è l’80% del costo della ristrutturazione con erogazione ante lavori, entro il limite del 50% del valore dell’immobile. Il mutuo non ha nessun costo di istruttoria e gestione, perizia e assicurazione casa sono gratuite.

Orientandoci sul variabile, tra le migliori offerte troviamo Widiba, con rata mensile di 551,87 euro e Taeg 1,22%. In questo caso, sono previste condizioni promozionali per i mutui richiesti entro il 15 giugno 2017 e stipulati entro il 15 luglio 2017. Vi invitiamo a prenderne visione nella scheda di prodotto, dove vengono elencati i tassi applicati a seconda del differente loan-to-value.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i mutui delle migliori banche

Fai un preventivo e risparmia

Articoli correlati