Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo

Responsabilità per atto illecito

L'ordinamento giuridico impone a ciascuno il dovere di non arrecare danni ad altri. Se il danno è prodotto senza intenzione e senza negligenza, nessuna sanzione è applicata. Se invece la persona ha agito con intenzione (dolo) o negligenza (colpa), l'ordinamento pone a suo carico l'obbligo di risarcire il danno.

Essere responsabile di qualcosa significa rispondere delle conseguenze derivanti da un determinato evento, causato direttamente o indirettamente dallo stesso. 

La responsabilità è lo strumento per il mezzo del quale l'ordinamento tutela coloro i quali subiscono un danno scaturente da fatti che violano le norme e a tutela della civile convivenza tra i membri di una stessa comunità.

Se viene quindi violata una norma, lo Stato, in quanto titolare del diritto al regolare svolgimento dei rapporti tra i cittadini, applica, a seconda della fattispecie che ha prodotto il danno, una sanzione il più possibile adeguata e corrispondente alla gravità delle conseguenze prodotte.

Come sappiamo, la Responsabilità può essere Civile o Penale. 

La differenza tra Responsabilità Civile e Penale non trae origine dalla gravità del fatto prodotto, ma dalla tipologia di norma violata e nelle conseguenze della sanzione prevista. Tra l’altro, in questa sede, appare utile chiarire che il Diritto Penale tutela gli interessi generali dello Stato (es. la sicurezza nelle nostre Città), quello Civile gli interessi particolari: regolamenta, cioè, i rapporti tra le parti (es. nella definizione di un negozio giuridico, contratto, ecc.).

  • Può, quindi, riscontrarsi Responsabilità Civile quando viene violata una norma prevista dal Codice Civile, con conseguente applicazione delle sanzioni in esso contenute (es. risarcimento del danno per sinistro stradale, quanto, piuttosto, inadempimento contrattuale). Resta fermo che possono riscontrarsi fattispecie di Responsabilità Civile derivanti da rapporti di natura contrattuale che extracontrattuale.
  • Ci troviamo dinanzi a Responsabilità Penale, quando, invece, il soggetto viola un precetto previsto dal Codice Penale, per cui si producono le conseguenze proprie del diritto penale (l'applicazione delle pene). A tal riguardo è assolutamente necessario specificare che la Responsabilità Penale è personale. Tale assunto comporta che della violazione posta in essere ne risponderà solo ed esclusivamente chi ha commesso il fatto illecito. A differenza della Responsabilità Civile che può assumere le caratteristiche proprie della così detta Responsabilità oggettiva (es. responsabilità del direttore responsabile di un giornale, quanto piuttosto del genitore per i danni causati da un comportamento posto in essere dal figlio minore).

Una volta che al soggetto viene attribuita una responsabilità di carattere penale (prevista, quindi dal Codice Penale), lo Stato, titolare dell’azione penale, per il mezzo del magistrato (il Procuratore della Repubblica), sarà onerato di dimostrare perché l'evento è a lui attribuito e conseguentemente, qualora a seguito dei necessari accertamenti, dovesse accertarsi la Responsabilità, perché dovrà risarcire il danno.

In caso di responsabilità patrimoniale del debitore tutti i beni del debitore possono essere espropriati dal creditore se il debitore viene meno al suo dovere di adempiere quanto dovuto. Di qui la regola secondo cui il debitore risponde dell'adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri.

Torna al glossario

Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile