I.C.I.

L'imposta comunale sugli immobili, conosciuta con l’acronimo ICI, è stata un tributo comunale basato sulla proprietà di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli. L’ICI è entrata in vigore nel 1993 sostituendo l’imposta sull'incremento di valore degli immobili, l’INVIM .

L’ICI gravava sui proprietari di immobili, fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli ubicati sul territorio nazionale dello Stato, qualunque fosse la loro destinazione d’uso e ovunque fosse stabilita la residenza del proprietario. Questa imposta era anche dovuta da chiunque potesse vantare un diritto reale di usufrutto, di concessione o di enfiteusi, su queste categorie di beni.

A differenza di altre imposte sul patrimonio, l’ICI non aveva un carattere di progressività ma si basava su una percentuale fissa, che oscillava generalmente tra il 4% e il 6% del valore dei fabbricati. Questa percentuale veniva stabilita dai rispettivi consigli comunali con apposita delibera da emanarsi entro il 31 dicembre di ogni anno. L’imposta così introdotta era attiva per tutto l’anno successivo. Essendo dovuta per ogni anno solare, l’imposta comunale sugli immobili, veniva liquidata, accertata e riscossa da ogni Comune su base annuale.

L’imposta dovuta veniva calcolata moltiplicando la rendita catastale dell’immobile (rivalutata al 5%) per un determinato numero a seconda della tipologia del fabbricato o del terreno posseduto, 140 per immobili di classe B e 100 per gli immobili di classe A e C.

Il presupposto di questa imposta consisteva della proprietà di determinate categorie di immobili :

  • fabbricati e relative pertinenze iscritte al catasto dei fabbricati ;
  • aree fabbricabili anche non utilizzate;
  • terreni adibiti all’esercizio di attività agricoli e assimilabili come l’allevamento o la silvicoltura

Con l'emanazione di un apposito decreto-legge entrato in vigore il 29 maggio 2008 l’ICI è stata abolita sulla prima casa. Successivamente è stata sostituita, nel 2012, dall’Imposta municipale unica, meglio nota come IMU.

 

 

Torna al glossario

RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile