Azione Revocatoria Fallimentare

L'azione revocatoria fallimentare è un provvedimento che annulla alcune azioni svolte dalla persona fallita, allo scopo di rendere disponibili i suoi beni per i creditori. In parole povere, se una persona che ha dichiarato fallimento ha, ad esempio, effettuato dei pagamenti o delle vendite in un periodo considerato “sospetto”, il curatore può richiedere che tali operazioni siano revocate affinché i beni possano tornare nel patrimonio del fallito ed essere usati per risarcire il maggior numero possibile di creditori. 

L'azione revocatoria fallimentare può agire su operazioni svolte anche un anno o due prima della dichiarazione di fallimento. È regolamentata dalla cosiddetta Legge Fallimentare, vale a dire il Regio Decreto n. 267 del 1942 e serve a impedire che la persona fallita tolga volontariamente i suoi beni dal patrimonio per non darli ai creditori. 

Possono essere soggetti a revocatoria fallimentare: 

  • Atti a titolo oneroso compiuti entro un anno prima del fallimento in cui c'è uno squilibrio, appunto, sospetto nello scambio, vale a dire se il fallito risulta aver pagato di più rispetto a quanto acquistato. 
  • Atti necessari per pagare debiti scaduti ed esigibili, entro un anno prima del fallimento, e non effettuati con denaro. 
  • Ipoteche (sia volontarie che giudiziali), pegni e anticresi effettuati entro un anno prima del fallimento per debiti non scaduti ed entro sei mesi per debiti scaduti. 
  • Atti compiuti a titolo gratuito tra coniugi entro due anni prima del fallimento. 

Gli atti non vengono però revocati se la terza persona coinvolta (chi ha ricevuto i pagamenti, il beneficiario del pegno, ecc ecc) dimostra che non conosceva la condizione di insolvenza della persona fallita, cosa ovviamente molto difficile da dimostrare. 

La persona che si occupa di proporre l'azione revocatoria o di farla valere (quando automatica) è il curatore fallimentare. Tale azione deve svolgersi entro 3 anni dal fallimento ed entro 5 anni dall'atto in questione.

Torna al glossario

RICERCA MUTUO
Comune di domicilio
Comune dell'immobile