Altri marchi del Gruppo:
Trovaprezzi
Prestitionline.it
Segugio.it
Chiama gratis 800 99 99 95 Chiama gratis 800 99 99 95

Come funziona il rent to buy?

Il rent to buy è un tipo di contratto che permette al proprietario dell’immobile di dare immediatamente all’inquilino/futuro acquirente l’appartamento con il pagamento di un canone precedentemente prestabilito. Il canone è composto da una quota corrispondente all’utilizzo del bene e un’altra riferita alla vendita dello stesso.

Attraverso il rent to buy, quindi, il soggetto interessato all’immobile può utilizzarlo immediatamente, mentre la fase di acquisto può avvenire successivamente. Questo nuovo tipo di contratto è stato introdotto dal Decreto Sblocca Italia del 2014. È un modo nuovo per agevolare l’acquisto di una casa anche se non sia ha un’immediata possibilità economica per farlo.

Entriamo nel dettaglio di questo nuovo tipo di contratto e comprendiamo meglio le caratteristiche, gli obblighi e i vantaggi che il rent to buy comporta.

  • Cos’è il rent to buy?
  • Cosa caratterizza il rent to buy?
  • Per quali tipi di immobili si può utilizzare il rent to buy?
  • Il conduttore è obbligato a comprare la casa?
  • Quali sono i vantaggi per chi vende?
  • Quali sono le tutele per chi acquista?

Cos’è il rent to buy?

Con il d.l. 133/2014, noto come Decreto Sblocca Italia, successivamente convertito in legge 164/2014, è stato introdotto il rent to buy. Attraverso questo nuovo tipo di contratto il proprietario dell'immobile può dare immediatamente l’appartamento all’affittuario tramite il pagamento del canone.
Dopo un periodo di tempo determinato e specificato nel contratto, l’affittuario può decidere se acquistare il bene oppure no. Se si decide di acquistare il bene, gli affitti precedentemente versati saranno sottratti al prezzo di vendita. Questo nuovo tipo di contratto permette anche a coloro che non hanno la disponibilità economica per un acquisto di affittare un immobile nell’ottica, però, di comprarlo in un lasso di tempo prestabilito.

È stato introdotto nell’ordinamento giuridico italiano proprio per trovare una soluzione a un mercato immobiliare in forte crisi e sopperire alla mancanza di liquidità di molti soggetti che volevano acquistare un immobile. Questi ultimi infatti non avevano la possibilità di accedere a prestito bancario a causa della mancanza di garanzie. Attraverso questo tipo di contratto l’acquirente/affittuario può pagare il prezzo dell’immobile in modo rateizzato e in un lasso di tempo abbastanza lungo, il tutto vivendo all’interno dell’appartamento. L’acquirente/affittuario ha quindi la possibilità di avere sin da subito l’immobile desiderato, anche non potendo accendere un mutuo o pagando la totalità dell’immobile. Il proprietario, allo stesso tempo, ha la possibilità di ricevere una remunerazione nel lungo periodo fino a quando non si perfezionerà l’acquisto.

Cosa caratterizza il rent to buy?

Il rent to buy ha delle determinate caratteristiche che lo contraddistinguono rispetto ad altri tipi di contratto. In primis l’immediata concessione dell’immobile.
Inoltre, l’obbligo di pagare una quota per l’utilizzo del bene e un’altra relativa all’acquisto dello stesso. L’acquirente/affittuario ha il diritto di acquistare l’immobile entro il termine stabilito nel contratto.

In sintesi possiamo dire che attraverso questo tipo di contratto l’immobile viene concesso all’affittuario/futuro acquirente, che deve pagare una quota prestabilita inserita nel contratto in cui è compresa sia la parte di utilizzo sia quella del prezzo di acquisto. Infine, l’affittuario non è obbligato a concludere la vendita: infatti, può decidere se acquistare o meno l’immobile. Più avanti entreremo nel dettaglio sul mancato acquisto e cosa questo comporta per le parti.

Per quali tipi di immobili si può utilizzare il rent to buy?

Come sottolineato dal Consiglio nazionale del notariato che, nella guida per il cittadino relativa al rent to buy, analizza nel dettaglio questo nuovo modo di acquistare una casa, questo contratto può essere stipulato per immobili di:

  • uso residenziale
  • uso commerciale
  • uso produttivo
  • uso direzionale

In linea generale questo nuovo tipo di contratto può andare bene per ogni tipo di immobile senza distinzione, in quanto nella normativa precedentemente citata non vi è esclusione.

Il conduttore è obbligato a comprare la casa?

Colui che sottoscrive un contratto di rent to buy non è obbligato all’acquisto. La vendita deve avvenire entro i 10 anni. Nel caso in cui si volesse obbligare l’affittuario ad acquistare l’immobile il contratto non sarebbe più ascrivibile con il termine rent to buy.

Per cui, se l’affittuario decidesse di non acquistare più l’immobile non incorrerebbe in inadempienza e ciò non comporterebbe il pagamaneto di nessuna penale, ma al contrario l’esercizio del diritto. La mancata vendita comporterà solamente la restituzione dell’immobile, mentre per le quote pagate si dovrà fare un calcolo specifico.

Infatti, come abbiamo detto in precedenza, la quota che l’affittuario versa al legittimo proprietario dell’immobile è composta da due parti: quella relativa all’utilizzo e quella relativa alla vendita. Il proprietario dovrà quindi restituire all’affittuario la parte relativa alla vendita. Prima di stipulare un contratto di rent to buy bisogna sottolineare i dettagli relativi a questo tipo di aspetto, che possono essere significative nel momento in cui non si decide di acquistare l’immobile.

Quali sono i vantaggi per chi vende?

Ma quali sono i reali vantaggi che può avere il proprietario di abitazione che decide di stipulare un contratto di rent to buy? Innanzitutto in periodo di crisi questo tipo di contratti, che presentano una maggiore flessibilità, permettono ad un maggior numero di potenziali acquirenti di accedere. Nel caso di mancato acquisto si avrà comunque una parte della quota come se l’immobile, per quel determinato lasso di tempo, fosse stato affittato. In un periodo di crisi economica questo permette di non lasciare l’immobile fermo, ma di avere comunque una piccola rendita.

Quali sono le tutele per chi acquista?

La fase relativa alla stesura del contratto di rent to buy è molto importante per quanto riguarda la tutela delle parti: infatti, è al suo interno che devono essere specificate tutte le quote che comportano la parte di utilizzo e la parte di vendita, in modo che nel momento in cui non si concretizzi l’acquisto si possa trovare una soluzione consona e adeguata.

Il rent to buy è un modo per potere vivere nella casa dei propri sogni non acquistandola e allo stesso tempo non semplicemente affittandola, ma investendo nel futuro su quell’immobile nel lungo periodo con la consapevolezza che, se l’abitazione non dovesse essere più consona alle proprie esigenze, non si è obbligati all’acquisto.

Domande correlate