Importo del mutuo

Per identificare l’importo da richiedere occorre considerare la finalità del mutuo. A seconda della finalità, inoltre, varia la percentuale massima del valore dell’immobile che il mutuo può rappresentare. Ad esempio, importi vicini o superiori all’80% del valore dell’immobile possono ridurre il numero di offerte disponibili e prevedere costi più elevati. Di seguito alcune indicazioni per individuare l’importo indicativo di mutuo da richiedere.

Acquisto Prima Casa
Importo del finanziamento che si intende richiedere alla banca per pagare in tutto o in parte l’acquisto dell’immobile.

Acquisto Seconda Casa
Importo del finanziamento che si intende richiedere alla banca per pagare in tutto o in parte l’acquisto dell’immobile.

Ristrutturazione
Importo stimato del costo dei lavori da effettuare.

Completamento Costruzione
Importo stimato del costo dei lavori da effettuare.

Surroga (Cambia mutuo a spese zero)
Importo residuo, anche indicativo, del mutuo ancora da restituire.

Sostituzione + Liquidità
Somma dell’importo residuo del mutuo ancora da restituire e della cifra di liquidità aggiuntiva che si vorrebbe ottenere. Normalmente l’importo di liquidità non deve essere superiore ad una certa quota percentuale dell’importo residuo. Tale quota può variare da banca a banca.

Liquidità
Ammontare di liquidità che si vuole richiedere. L’importo ottenibile è normalmente limitato ad una percentuale massima del valore dell’immobile. Il limite può variare da banca a banca.

Consolidamento debiti
Somma degli importi residui ancora da restituire, anche indicativi, di tutti i finanziamenti in corso che si intende estinguere e consolidare con il mutuo.