Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Le misure a sostegno della casa mettono le ali all’immobiliare

20/06/2016 in “Ultime novità mutui

Le misure per la casa varate dal Governo hanno aiutato il mercato immobiliare a riprendere colore, spinto soprattutto dal comparto residenziale che, nell'ultimo periodo, ha fatto registrare numero davvero importanti. Questo in estrema sintesi il quadro emerso dal seminario “Fare Casa: sostegno al credito e agevolazioni fiscali per l’abitare delle famiglie italiane”, organizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) in collaborazione con l’Associazione Bancaria Italiana (ABI), durante il quale si è parlato dell’impatto che hanno avuto sul settore quel complesso di misure varate nell’ultima legge di Stabilità e rivolte all’ampio comparto dell’abitare: dal mutuo per l’acquisto della casa, al sostegno per chi è difficoltà con il pagamento delle rate, al leasing immobiliare, alle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni e le riqualificazioni energetiche, al bonus mobili per le giovani coppie e l’arredamento dell’immobile oggetto di ristrutturazione. 5,8 miliardi di euro per un totale di 11 milioni di beneficiari, tante sono le detrazioni fiscali che emergono dalle dichiarazioni dei redditi del 2015.

35.000 invece sono state le richieste di sospensione delle rate del mutuo e 7.500 le domande al Fondo di garanzia mutui per l’acquisto della prima casa attivato dal Dipartimento del Tesoro, rivelatosi un vero e proprio successo, così come il Fondo di solidarietà per la sospensione (fino a 18 mesi) delle rate dei mutui prima casa a chi si trova in temporanea difficoltà. Da segnalare poi anche l’accordo dell’Abi con le associazioni dei consumatori che consente la sospensione per 12 mesi del pagamento del mutuo nell’ipotesi di cassa integrazione, altre forme di sospensione del lavoro o riduzione dell’orario di lavoro.

Le compravendite immobiliari hanno così spiccato il volo, registrando una crescita a doppia cifra: secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, nei primi tre mesi del 2016 le compravendite immobiliari sono cresciute del 17,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con il dato residenziale in aumento del 20,6%. Tra le grandi città i maggiori incrementi di compravendite si sono registrati nelle città di Torino, Genova e Milano (+37,2%, +27,8% e +26% rispettivamente). Anche Roma presenta una buona crescita, con il 12,5% di compravendite in più, mentre il mercato relativamente meno dinamico si registra a Palermo (+5,5%).

Il rafforzamento del settore ha conseguentemente fatto aumentare anche il numero delle erogazioni di mutui, grazie anche ai tassi di interesse ai minimi storici: secondo i dati della Banca d’Italia, nel 2015 le nuove erogazioni sono sostanzialmente raddoppiate rispetto al 2014, passando da 31,8 miliardi a 62,1 miliardi (+95,3%). Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha parlato di un vero e proprio segnale di svolta per l’economia: “vedere che i mutui ripartono è un segnale estremamente incoraggiante. La velocità indica un segnale di svolta". "Se il mercato delle abitazioni - ha aggiunto il ministro - dà segno di vitalità vuol dire che le aspettative stanno migliorando, soprattutto fra i giovani”. A tal proposito ricordiamo che per scegliere il mutuo più conveniente si può usare il comparatore MutuiOnline.it, che permette di individuare con pochi click le offerte più vantaggiose sul mercato.

"Il complesso delle misure sulla casa – ha spiegato il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan nel suo intervento al seminario - hanno una triplice valenza di policy: il sostegno alle famiglie, la ripresa del settore edilizio e della filiera produttiva del settore casa, il moltiplicarsi delle opportunità di accesso al credito. Lungo queste direttive proseguirà l’azione del governo".

Il titolare del dicastero di via XX settembre a Roma ha poi voluto ricordare anche i benefici per i contribuenti derivanti dall’abolizione quest’anno della Tasi, la tassa sui servizi indivisibili.

A cura di Cristina Fortarezzo
Come valuti questa notizia?
Le misure a sostegno della casa mettono le ali all’immobiliare Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile