Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

I mutui più convenienti di ottobre

11/10/2017 in “MutuiOnline informa

Muoversi nel mercato dei mutui e fare la scelta più giusta per un investimento che riguarda buona parte del periodo di vita di una famiglia non è cosa facile. Un tempo ci si affidava completamente alla banca, demandando al proprio consulente la scelta, ma negli anni la digitalizzazione ha scardinato sistemi che reggevano da sempre nel nostro mercato finanziario.

L’utente acquisisce informazioni e consapevolezza e molto spesso arriva preparato alla richiesta del finanziamento. Un ruolo fondamentale lo svolgono i comparatori, tanto che portali come MutuiOnline.it, il primo in Italia ancora leader incontrastato nella mutuo, sono diventati un passaggio fondamentale prima di ogni decisione di acquisto. 

Una volta però che ci si è fatti una cultura sui mutui e sulle cautele da adottare prima di scegliere, c’è ancora un quesito importante da sciogliere: il tasso di interesse. Non prima di 6 mesi fa la caduta verticale dei tassi non lasciava dubbi, perché il tasso fisso costava talmente poco che quasi lo si poteva paragonare a un tasso variabile, con la differenza di stipulare una sorta di assicurazione sulla serenità per tutta la lunga durata del mutuo.

E oggi?

Attualmente i tassi sono leggermente risaliti, ma la buona notizia è che la convenienza è ancora tanta e la forbice tra tasso fisso e variabile è di un punto, a volte anche meno visto che le banche conducono una battaglia sempre più serrata sul mercato delle offerte. Così, molte famiglie continuano a scegliere il fisso, mettendosi al riparo da possibili e attesi aumenti futuri decisi dalle politiche monetarie della Bce.

C’è però anche da fare una valutazione differente della scelta, che si basa sul periodo di tempo del mutuo: se breve, allora scegliere il tasso variabile è quasi d’obbligo, visto che gli anni in cui si pagheranno gli interessi si potrà ancora usufruire dei bassi tassi di interesse che per adesso promettono una rata molto conveniente. Nel caso di un finanziamento con un piano di ammortamento lungo, la scelta del tasso fisso può garantire anche tra molti anni, quando i tassi saranno differenti da adesso, una rata sostenibile. 

Ma quali sono le condizioni migliori del mercato dei mutui al 9 di ottobre? Vediamo qui sotto. 

Migliore mutuo acquisto prima casa

Supponendo di essere un utente-tipo, impiegato di 40 anni residente a Milano che richiede 135.000 euro da restituire in 25 anni per un valore dell’immobile pari a 180.000 euro, la migliore soluzione a tasso fisso la offre la Banca Popolare di Lodi. Mutuo Promo è un’offerta valida per tutte le richieste di mutuo caricate in filiale fino al 31 dicembre 2017 e stipulate entro il 31 marzo 2018. La rata da corrispondere mensilmente è di 576,82 euro al Tan del 2,07% e Taeg 2,24%. Le spese iniziali sono di istruttoria per 600 euro e perizia per 320 euro. Il finanziamento è riservato a privati che non abbiano superato 80 anni alla scadenza del contratto.

Alle stesse condizioni, il tasso variabile consente un risparmio attuale di circa 70 euro mensili. Migliore soluzione è quella di Deutsche Bank, che con Mutuo Pratico a Tasso Variabile prevede una rata di 506,34 euro al Tan dello 0,96% e Taeg 1,07%. Spese di istruttoria e perizia sono rispettivamente di 950 e 390 euro. 

Migliore mutuo acquisto seconda casa

Se a richiederlo è un impiegato di 45 anni, residente a Roma, importo mutuo 110.000 euro per la durata di 20 anni, valore immobile 160.000 euro, l’offerta migliore è quella di Banca che con Mutuonow garantisce una rata mensile di 546,11 euro al Tan dell’1,80% e Taeg 2,21%. Le spese di istruttoria sono di 750 euro, quelle di perizia 128 euro. L’offerta è rivolta a persone fisiche che agiscono per scopi estranei all’attività professionale imprenditoriale eventualmente svolta.

Se si sceglie il tasso variabile, a vincere in convenienza è il mutuo 100% online di Widiba. Con una rata di 503,43 euro mensile, Tan 0,95% e Taeg 1,16%, non è prevista alcuna spesa di istruttoria e gestione e perizia dell’immobile e assicurazione sono incluse e offerte dalla Banca.

 Migliore mutuo ristrutturazione

Supponendo la richiesta di un impiegato di 35 anni residente a Milano che necessita di 80.000 euro a 15 anni euro per un valore dell’immobile di 150.000 euro, la soluzione più conveniente  è ancora una volta Mutuonow di Veneto Banca. La rata da corrispondere mensilmente è di 503,83 euro mensili al Tan dell’1,70% e Taeg 2,02%. La finalità ristrutturazione finanzia fino all’80% dei costi sostenuti e comunque l’importo del mutuo non può superare il limite dell’80% del valore di perizia.

 La migliore soluzione a tasso variabile arriva da BancadinAmica (Carismi) e prevede una rata mensile di 476,02 euro al Tan dello 0,92% e Taeg 1,08%. Le spese di istruttoria sono di 400 euro, quelle di perizia ammontano a 275 euro e per l’erogazione del mutuo è necessaria la presenza di un Conto BancadinAmica di pari intestazione offerto a zero spese. Il prodotto è rivolto a persone fisiche residenti in Italia da almeno 3 anni, titolari di conto corrente Bancadinamica e con massimo 80 anni di età alla scadenza del contratto.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
I mutui più convenienti di ottobre Valutazione: 4,7/5
(basata su 3 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
I mutui più convenienti di giugno pubblicato il 12 giugno 2017
Pagamento in ritardo della rata del mutuo: cosa succede? pubblicato il 13 ottobre 2017
Mutui, riprende quota il tasso variabile pubblicato il 18 settembre 2017
Mutuo prima e seconda casa: le agevolazioni previste pubblicato il 28 luglio 2017
Tasso variabile: facciamo chiarezza sulla clausola floor pubblicato il 28 agosto 2017
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile