Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

I mutui ristrutturazione più convenienti di settembre

12/09/2017 in “MutuiOnline informa

La casa è da sempre considerata una priorità delle famiglie italiane, che oltre alla spesa per il suo acquisto sono sempre più propense a investire per adattarla alle proprie esigenze.

Analizzando i primi tre mesi del 2017 risulta che oltre il 65% dei proprietari ha deciso di effettuare lavori di ristrutturazione sulla propria abitazione, una percentuale che nel secondo trimestre si è attestata a circa il 34%. Interessante è l’indagine fatta dal Barometro dei servizi per la casa, che ha stilato una classifica dei probabili lavori realizzabili entro fine anno: al primo posto troviamo le operazioni di tinteggiatura, seguite dal cambio di infissi, dalle opere di muratura e da quelle di idraulica.

Il boom di lavori dei primi 6 mesi è da attribuire certamente agli sgravi fiscali, confermati dall’esecutivo fino alla fine dell’anno. Come anticipato nella news "Ristrutturazioni: ancora poco tempo per risparmiare con i bonus", i padroni di casa usufruiscono di una detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute (per un massimo di 96 mila euro) e documentate dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017.

Per quanto riguarda il 2018, ripartirà – in vista della prossima legge di bilancio – il dibattito sia in Parlamento che nel Governo per proporre la stabilizzazione dell’incentivo. Tuttavia non ci sono certezze: una possibilità è anche quella che dal prossimo anno la detrazione possa tornare nella misura ordinaria, con la vecchia aliquota al 36% e un limite massimo di spesa di 48.000 euro per unità immobiliare.

Ricordiamo che una casa da restaurare può essere un’ottima alternativa di acquisto rispetto a un nuovo immobile. Questa ipotesi è stata oggetto di analisi nell’articolo "Casa nuova o usata: quale conviene di più?" che ha evidenziato un risparmio della soluzione ristrutturata – per un alloggio situato in zona centrale – di circa 110 mila euro a Milano e 100 mila euro a Roma.

Il restauro dell’abitazione può richiedere in alcuni casi un budget di spesa abbastanza alto, che senza la stipula di un mutuo ristrutturazione sarebbe difficile da sostenere. Su MutuiOnline.it è possibile ottenere preventivi personalizzati, grazie alle simulazioni effettuabili tramite l’inserimento di pochi e semplici dati relativi al proprietario e all’immobile. In alternativa, è possibile consultare la pagina delle migliori offerte per i prodotti ristrutturazione.

Qui di seguito sono riportate le soluzioni più convenienti aggiornate al 6 settembre 2017, ricavate ipotizzando una richiesta di mutuo di 80 mila euro da parte di un impiegato trentacinquenne residente a Milano (valore dell’immobile 150.000 euro e piano di rimborso della durata di quindici anni).

Tra le migliori offerte a tasso fisso troviamo Mutuo Crédit Agricole di Cariparma – Crédit Agricole, con una rata di 506,38 euro mensili e Taeg dell’1,95% (Tan 1,77%). Il prodotto prevede 500 euro di spese istruttorie, mentre non addebita al cliente le spese di perizia. Il mutuo finanzia fino al 60% del valore di perizia dell'immobile offerto in garanzia ed è destinato a privati che alla scadenza del prestito abbiano un'età massima di 75 anni. A ogni mutuo sono abbinate delle opzioni di flessibilità, tra cui la possibilità di saltare una rata ogni anno e senza costi aggiuntivi. A scelta, l’utente può anche decidere di sospendere il pagamento delle rate fino a un massimo di 12 mesi oppure di rimborsare per 4 volte la sola quota capitale. Inoltre, l’utente può scegliere fra due benefit, vale a dire Primagratis (la prima rata gratuita di ammortamento o preammortamento ordinario) e Zeropensieri (il reperimento senza costi dei dati reddituali per la delibera del mutuo e dei documenti necessari per la sua stipula).

Un’altra interessante proposta a tasso fisso è MutuoNow di Veneto Banca, con una rata mensile di 503,83 euro, Tan 1,7% (Taeg 2,02%) e spese di istruttoria e perizia rispettivamente di 750 e 128 euro. L’importo finanziabile copre fino all’80% dei costi di ristrutturazione e non può comunque superare il limite dell’80% del valore di perizia. Il mutuo prevede un periodo di preammortamento tecnico dal giorno di stipula alla fine del mese solare. Per l’erogazione della somma concordata non è obbligatoria l’apertura del conto corrente presso la stessa banca.

Optando invece per il tasso variabile, ricordiamo il mutuo di Bancadinamica, che offre una rata mensile di 476,02 euro e Tan dello 0,92% (Taeg 1,08%). Le spese da sostenere sono quelle di istruttoria, 400 euro, e perizia, 275 euro. Lo spread applicato dall’istituto varia a seconda del loan-to-value: in questo caso (LTV oltre il 50% ed entro il 70%) è dell’1,25%. I destinatari del prodotto sono persone fisiche, residenti in Italia da almeno 3 anni e con un’età massima di 80 anni alla scadenza del contratto; il prestito finanzia fino all’80% del minor valore fra il prezzo in atto e il valore commerciale indicato dal perito incaricato. Per l’erogazione del mutuo è necessaria la presenza di un conto Bancadinamica di pari intestazione, che non prevede costi ed è completo di conto corrente, conto deposito e conto titoli.

Tra le banche a gestione online si distingue Ing Direct con Mutuo Arancio Ristrutturazione Tasso Variabile che propone le prime due rate a 508,2 euro (tasso variabile 1,82%) e le successive per 488,39 euro (tasso 1,52%, Taeg 1,66%). La percentuale massima di finanziabilità è pari all’80% del valore dell’immobile ipotecato, salvo nel caso in cui il richiedente sia un lavoratore autonomo/ professionista/ imprenditore in cui è limitata al 60% del valore dell’immobile ipotecato. Le spese iniziali di istruttoria e perizia ammontano entrambe a 250,00 euro.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
I mutui ristrutturazione più convenienti di settembre Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
Segnala via email Stampa
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile