Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

La surroga della surroga: la seconda chance per chi cerca le migliori condizioni

7/01/2017 in “MutuiOnline informa

La scelta del mutuo più giusto è di cruciale importanza per chi acquista casa ricorrendo a un finanziamento: si stima che una scelta non corretta possa portare a una perdita fino a 40 mila euro in un periodo di 20 anni rispetto a chi invece sceglie correttamente il mutuo per le sue esigenze di investimento.

Un’opportunità importante è stata data ai risparmiatori italiani nel 2007, quando le liberalizzazioni introdotte hanno permesso di trasferire il mutuo dalla banca che lo ha emesso a una che offre condizioni migliori. Come abbiamo avuto modo di sottolineare nella news "I mutui surroga più convenienti di dicembre", questa operazione non solo è gratuita, ma permette al cliente della nuova banca di cambiare il finanziamento nel modo più conveniente possibile.

La surroga è il cambio di un contratto di mutuo con passaggio dell’ipoteca, che si trasferisce a un nuovo istituto di credito a condizioni differenti derivanti da un’operazione di rinegoziazione: un nuovo tasso, uno spread più basso, se lo si desidera una nuova durata e costi più bassi. Le surroghe hanno assorbito ancora in questo anno una fetta importante delle stipule, il 51,5% sul totale delle erogazioni di mutui secondo le rilevazioni dell’Osservatorio di MutuiOnline.it nel secondo semestre. Secondo le anticipazioni per la fine dell’anno in corso, il volume dell’erogato potrebbe superare i 50 miliardi di euro, dato che si avvicina in maniera ormai evidente ai numeri precedenti la crisi del 2008.

Cambiare le condizioni del mutuo non è solo un diritto di ogni mutuatario, ma è anche segno di cultura finanziaria, visto che l’andamento dei tassi di un mutuo è paragonabile a quello di qualsiasi altro investimento, che sia un fondo o un BTp. Secondo gli studi di settore il livello di educazione finanziaria nel nostro Paese è pari a quello dello Zimbabwe, ma la quantità di surroghe che hanno caratterizzato il nostro mercato suona in evidente contrasto rispetto a quanto rilevato. Non solo, perché una fetta di mutuatari che ha surrogato anche solo un anno o due anni fa è poi ricorsa a una seconda surroga quando i tassi sono scesi ancora. E se la surroga della surroga non era inizialmente vista bene dalle banche, attualmente gli stessi istituti di credito hanno introdotto dei criteri di ammissibilità che la valutano positivamente, riducendo anche i tempi tra un’operazione e l’altra a 6/12 mesi dall’ultima surroga.

Il dato dell’ultimo anno ci dice che gran parte delle surroghe - circa l’80% - ha riguardato il passaggio al tasso fisso, vista la convenienza da questo raggiunta negli ultimi mesi. In questo caso il rischio per le banche di una nuova surroga è praticamente minimo, considerato che le condizioni del tasso fisso difficilmente potranno essere così convenienti.

Il problema potrebbe sussistere nel caso il passaggio avesse riguardato il tasso variabile e vista la mutevolezza degli indici Euribor che tuttavia per i prossimi anni non lasciano intravvedere nessun sostanziale aumento da giustificare una ulteriore surroga: a questo riguardo, le previsioni per il 2021 sono di un tasso che si aggirerà intorno allo 0,6%.

Per chi stesse pensando a una surroga, è bene ricordare che una comparazione effettuata su MutuiOnline.it consente di trovare la soluzione in assoluto più conveniente sul mercato. Simulando la richiesta di un impiegato 45 anni residente a Roma, reddito 2.600 euro mensili, che desidera surrogare un mutuo di 150.000 euro (valore immobile 270.000 euro, durata mutuo 20 anni), il 23 dicembre l’offerta a tasso fisso più conveniente è quella di Intesa Sanpaolo, che con Mutuo Domus Fisso offre una rata di 734,21 euro al Tan dell’1,65% e Taeg 1,75%. Le spese iniziali di istruttoria e perizia sono zero e la Banca offre la possibilità ai clienti di recarsi in filiale fuori degli orari canonici, la sera e al sabato.

Se il passaggio è a un mutuo a tasso variabile, il prodotto migliore risulta essere quello di BancadinAmica con una rata mensile di 692,12 euro al Tan dell’1,03% e Taeg 1,04%. Le spese di perizia e istruttoria sono sempre zero e contestualmente al mutuo di surroga la Banca offre il conto corrente a zero spese.

A cura di Paola Campanelli
Parole chiave: surroga, mutui, tassi, euribor
Come valuti questa notizia?
La surroga della surroga: la seconda chance per chi cerca le migliori condizioni Valutazione: 4,6/5
(basata su 5 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
I mutui più convenienti di giugno pubblicato il 12 giugno 2017
I mutui surroga più convenienti di settembre pubblicato il 11 settembre 2017
Mutuo prima e seconda casa: le agevolazioni previste pubblicato il 28 luglio 2017
Euribor: come cambierà il tasso di riferimento pubblicato il 14 settembre 2017
Mutui, riprende quota il tasso variabile pubblicato il 18 settembre 2017
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile