Logo MutuiOnline
Altri marchi del Gruppo
CONFRONTA I MUTUI SURROGA IL MUTUO ACQUISTA ALL’ASTA ASSICURA IL MUTUO OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

Immobiliare commerciale: Milano meglio di Londra

15/01/2016 in “MutuiOnline informa

milano

Il mercato degli immobili commerciali milanese ha più appeal di quello di Londra. A dichiararlo, l’ultimo studio sul real estate realizzato da PricewaterhouseCoopers e dall'Urban Land Institute (ULI), un’indagine che coinvolge 600 operatori immobiliari di tutta Europa sul mattone europeo.

A dividersi il podio, nell’ordine, Berlino, Amburgo, Dublino: sono questi tre i mercati più interessanti secondo gli operatori, le mete più ambite per gli investimenti in immobili commerciali. A seguire, le città di Madrid, Copenhagen, Birmingham e Lisbona e quindi, all’ottavo posto la sorpresa Milano.

Con 4 miliardi di euro investiti a cavallo tra il 2014 e la fino del terzo trimestre del 2015, il capoluogo lombardo entra nella top ten dei mercati immobiliari più interessanti d’Europa.

Di sicuro un ruolo fondamentale l’ha avuto l’Expo, l’esposizione del commercio mondiale che ha portato importanti conseguenze dal punto di vista immobiliare, cambiando in molti casi aspetto e dinamiche della città, con le transazioni immobiliari aumentate del 5,9% nei primi sei mesi dell’anno.

La conseguenza dal punto di vista immobiliare è che Milano è sempre più vista come un’economia forte, in grado di accogliere le richieste di un target sempre più internazionale.

Così gli investitori stranieri si sono aggiudicati intere aree nuove o rinnovate della città, come quella di Porta Nuova, di proprietà del Qatar Holding, il fondo d’investimento sovrano del Qatar, o il Palazzo Broggi, ex-sede Unicredit, acquisito dal gruppo cinese Fosun per un valore di 345 milioni di euro. E ancora i prestigiosi palazzi per uffici della sede del Sole 24 Ore progettata da Renzo Piano in via Monterosa e il quartier generale di Pirelli alla Bicocca, venduti per 233 milioni di euro a gli investitori elvetici di Partners Group.

Scende al quindicesimo posto Londra, dal quinto dello scorso anno. Nonostante quello londinese rimanga un mercato importante, i prezzi vertiginosi degli immobili, di gran lunga superiori a quelli dettati da una crescita normale, scoraggiano gli investimenti.  

“Il denaro tende a riversarsi a Londra quando i tempi sono duri, poiché la gente cerca una scommessa sicura, un posto dove tenere i propri averi; ma nel momento in cui i prezzi salgono e i rendimenti scendono, quanti cerchino migliori ritorni guarderanno verso città secondarie”, commenta Gareth Lewis, direttore del real estate di PricewaterhouseCoopers.

Intanto secondo l’indagine il 66% è d'accordo che la creazione di 'luogo' sta diventando il fattore più importante per le prestazioni immobiliari, così come la salute e il benessere degli occupanti.

Importante anche la dimensione ecologica, che viene generalmente vista come un valore aggiunto, mentre già dall’indagine dello scorso anno era emerso come il 75% degli investitori avesse dichiarato di avere una strategia per gli edifici eco-sostenibili: “la crisi ha costretto il mercato a reinventarsi e gli edifici eco-sostenibili si sono trasformati in opportunità di business redditizie", aveva affermato Geoffroy Schmitt, allora responsabile del settore immobiliare della PwC.

Interessante è il nuovo concetto di padrone di casa e inquilino, che stanno rapidamente diventando obsoleti: “20 anni fa avevamo inquilini, ora abbiamo clienti e tra 20 anni avremo ospiti. Per le più innovative, lungimiranti aziende nel settore immobiliare gli inquilini non sono consumatori di beni immobili. La chiara sfida per il settore è quello di offrire meno mattoni e più servizi’. E ancora, 'noi non investiamo più nei paesi, noi investiamo in ‘aree urbane’.

Per i prossimi mesi l’indagine vede le migliori prospettive negli uffici più moderni vicini alla rete di trasporto pubblico, ai centri commerciali, agli alberghi e alle vie del lusso. Tra le zone potenzialmente più interessanti, emergono la Stazione Centrale e CityLife, attualmente in costruzione dove un tempo sorgeva la Fiera.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Immobiliare commerciale: Milano meglio di Londra Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI:
Affitti turistici: la ritenuta va versata entro il 16 ottobre pubblicato il 22 ottobre 2017
Mercato immobiliare: il trend del 2017 pubblicato il 2 ottobre 2017
Bolla immobiliare: prezzi alti a Toronto, più equi a Milano pubblicato il 10 ottobre 2017
L’affitto è una questione da single pubblicato il 27 giugno 2017
Crescono le locazioni e i rendimenti degli affitti pubblicato il 19 giugno 2017
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile